Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Minnesota-L.A. Clippers 130-120: Williams 45 dalla panchina, ma vincono i T’Wolves

NBA

harIl numero 23 dei Clippers firma 45 punti in uscita dalla panchina, il massimo da dieci anni in NBA per una riserva, ma L.A. crolla nel secondo tempo a Minneapolis. Dodici punti per Danilo Gallinari, i T’Wolves anche senza Wiggins mandano sette giocatori in doppia cifra. Clippers ora noni nella Western Conference

TUTTI GLI HIGHLIGHTS DELLA NOTTE

HARDEN 30 PER 30, LEONARD BATTE I NETS A 4 SECONDI DALLA FINE

WESTBROOK NELLA STORIA: 10^ TRIPLA DOPPIA IN FILA, GEORGE 47

Minnesota Timberwolves-L.A. Clippers 130-120

Questa volta non è riuscita la rimonta agli L.A. Clippers. Dopo i clamorosi 28 punti recuperati sul campo dei Boston Celtics, la squadra di Danilo Gallinari si è dovuta arrendere ai Minnesota Timberwolves e alla stanchezza di una trasferta da sei partite in dodici giorni. L’unico che è sembrato non risentire di buona parte dei quasi 11.000 chilometri di viaggio (quinta trasferta più lunga di tutto il calendario NBA) è stato Lou Williams, che ancora volta in uscita dalla panchina ha fornito una prestazione scintillante: i 45 punti rappresentano il suo massimo stagionale nonché il record degli ultimi 10 anni in NBA per una riserva, frutto di 13/25 dal campo e di un perfetto 16/16 ai liberi. Il suo exploit ha portato il totale della panchina dei Clippers a quota 89, seguito anche dai 18 di Montrezl Harrell e i 15 di Landry Shamet, ma a mancare è stato soprattutto il quintetto base in cui Danilo Gallinari ha chiuso come miglior marcatore con 12 punti ma solo 2/10 al tiro. Per capire quanto abbiano fatto male i titolari, basta segnalare il -35 con cui Ivica Zubac ha chiuso i suoi 15 minuti sul parquet del Target Center. Con questa sconfitta i Clippers subiscono il sorpasso all’ottavo posto da parte dei Sacramento Kings.

Sette giocatori in doppia cifra, Saric parte in quintetto

I Clippers sono crollati in chiusura di primo tempo sotto i colpi delle guardie dei T’Wolves, con Jeff Teague (19 punti) e Derrick Rose (22) che sono tornai a giocare insieme per la prima volta dopo nove partite in cui uno o l’altro sono stati vittime di infortuni. Con Andrew Wiggins fuori causa per un’influenza, Minnesota ha comunque mandato sette giocatori in doppia cifra guidati dai 24+10 di Karl Anthony Towns e dai 19 di Dario Saric, finalmente schierato in quintetto al posto di Taj Gibson retrocesso in panchina. Esperimenti e alchimie da trovare soprattutto in vista del prossimo anno, visto che le possibilità di playoff sono risicate (quattro partite di distanza dall’ottavo posto ma soprattutto tanta concorrenza davanti) e che il momento non è proprio positivo (i T’Wolves erano reduci da sei sconfitte nelle precedenti sette partite). Con due membri importanti della rotazione ancora fuori come Robert Covington e Tyus Jones, meglio concentrarsi su un’estate che si rivelerà cruciale per le ambizioni dei T’Wolves.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.