Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Steph Curry incontra Barack Obama a sostegno delle minoranze: ed è subito show

NBA

Il campione dei Golden State Warriors e l'ex presidente USA si sono ritrovati a Oakland per festeggiare i cinque anni di un'associazione no-profit voluta da Obama all'indomani dell'uccisione di Trayvon Martin nel 2012. Un tema di grande importanza cui hanno fatto da contorno diversi siparietti divertenti

I GOLDEN STATE WARRIORS A WASHINGTON FANNO VISITA A BARACK OBAMA

All’indomani dell’uccisione di Trayvon Martin nel 2012 — il 17enne la cui morte per mano di un vigilante aveva ricevuto grande visibilità anche grazie alle azioni dei Miami Heat di LeBron James e Dwyane Wade e di tanti altri giocatori nel resto della lega — l’allora presidente degli Stati Uniti Barack Obama aveva deciso di fondare un associazione no-profit chiamata My Brother’s Keeper Alliance il cui compito è quello di ridurre le diseguaglianze che i membri di ogni minoranza razziale negli Stati Uniti sono chiamati ogni giorno a combattere. Da allora l’organizzazione ha raccolto oltre 5.000 iscritti, anche grazie alle figure di punta che ne hanno negli anni sposato il messaggio: tra queste, oltre al fondatore stesso, Barack Obama, anche l’All-Star degli Warriors Steph Curry, che non ha mai mancato di garantire il suo appoggio — anche economico — fondamentale per permettere l’esistenza dell’associazione stessa. I due si sono ritrovati assieme di fronte a un Oakland Scottish Rite Center completamente gremito per discutere per oltre un’ora di temi quali l’importanza della disciplina scolastica, della fiducia in sé e dell’affermazione di modelli maschili virtuosi all’interno delle comunità afroamericane: “Se sei a tuo agio con i soldi che guadagni, non hai bisogno di andare in giro con una catena d’oro da tre chili e mezzo al collo — ha scherzato Obama — così come se sei a tuo agio con la tua sessualità non hai bisogno di circondarti di otto donne che fanno twerking”, scatenando le risate del pubblico. “Dobbiamo essere in grado di poter dire a qualsiasi ragazzo che appartiene a una minoranza: ‘Tu sei importante, noi crediamo in te e avrai le stesse opportunità per dimostrare il tuo valore di qualsiasi altro ragazzo o ragazza’”, ha spiegato l’ex presidente USA. “La fiducia in se stessi è fondamentale”, ha raccontato Curry. “Quella che io oggi porto in campo ogni sera da ragazzino non ce l’avevo. Costruirla è stata una lunga lotta e solo il supporto continuo dei miei genitori mi ha permesso di svilupparla”. Ricetta simile anche per Barack Obama: “Senza un padre in famiglia, al liceo mi sono sentito spesso perso, senza una vera missione, un motivo d’essere. Mia madre e i miei nonni mi sono sempre stati vicini, però, ma io penso di aver iniziato realmente a crescere e diventare uomo quando ho smesso di pensare solo a me stesso e ho cominciato a pensare a cosa avrei potuto fare per gli altri. La cosa incredibile è la fiducia che ne ricavi quando aiuti qualcun altro e vedi il tuo impatto positivo su una certa persona o situazione”.

Scherzi e battute tra “mariti”

Durante l’evento — organizzato per il quinto compleanno dell’associazione e aperto con un’esibizione di John Legend della bellissima “What’s going on” — c’è stata l’occasione anche per qualche battuta divertente. A partire dalla presentazione che lo stesso Obama ha fatto di se stesso (“sono il marito di Michelle”) e di Curry (“il marito di Ayesha”): i due — abituali compagni sui green di golf — hanno poi concluso la serata proprio a una cena organizzata nel ristorante di San Francisco di proprietà della moglie di Steph Curry — l’International Smoke — cena a cui hanno partecipato anche John Legend e la modella Chrissy Teigen: “Anche oggi ho imparato tantissimo da quest’uomo”, ha dichiarato Curry parlando di Obama: “Spero che lo stesso valga per i ragazzi presenti oggi”, mentre la moglie sul suo profilo Instagram ha riassunto la giornata con un semplice quanto significativo commento: "Riuscite a immaginare l'inimmaginabile? Mi sento fortunata oltre ogni misura". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.