Please select your default edition
Your default site has been set for 7 days

Playoff NBA: Jared Dudley contro tutti, è rissa tra Nets e Sixers. VIDEO

NBA

Momento di grande tensione a metà terzo periodo di gara-4 tra Brooklyn e Philadelphia: un duro fallo di Joel Embiid su Jarrett Allen (valutato poi come flagrant-1) porta Dudley a lanciarsi contro il lungo camerunense per difendere il compagno. Da lì scatta il parapiglia, con uno scontro tra i roster che porta a due espulsioni

BROOKLYN CI PROVA, MA SUPER EMBIID REGALA IL 3-1 AI SIXERS

ESCLUSIVO: LE IMMAGINI PIU' BELLE DELLA PARTITA

Le parole della vigilia avevano ulteriormente scaldato animi già infiammati, una tensione palpabile in una sfida gradevole e combattuta. I gomiti di Joel Embiid sempre troppo larghi e rivolti verso il volto degli avversari, in una serie in cui la fisicità sta via via prendendo spazio. Inevitabile quindi che si arrivasse oltre il punto di non ritorno. A dare morale ed energie aggiuntive a Jared Dudley ci aveva pensato un ottimo primo tempo su entrambi i lati del campo (chiuso con più punti a referto di Ben Simmons, come fatto notare più volte a pubblico e telespettatori). Tanto da portarlo a scattare come una molla non appena il lungo camerunense ferma con troppa veemenza un tentativo da sotto di Jarrett Allen. Embiid cala la mannaia, in maniera dura, ma colpendo chiaramente il pallone, nonostante la violenza del gesto. Dudley però non guarda in faccia a nessuno e si lancia contro l’avversario, già inseguito da Simmons e Butler. È soprattutto l’ex Minnesota a cadere nella provocazione e a lanciarsi in uno scontro fatto di spinte che li porta rapidamente a rotolare a terra a bordocampo. Il primo a franare sulla prima fila sotto canestro è uno dei tre arbitri, assieme a Dudley che viene spinto via dalla rabbia dei Sixers. Simmons parte prima alla carica, ma poi fortunatamente per Philadelphia tira subito il freno a mano. Butler no, continua a urlare a distanza all’avversario, non ritrovando lucidità fino a quando quei 15 secondi di enorme concitazione non giungono al termine. Per il pentimento però è già troppo tardi: la terna arbitrale infatti non ha dubbi nell’indicare la via degli spogliatoi a Butler e Dudley, punendo come flagrant-1 il colpo di Embiid che ha dato il via a tutto il parapiglia. Il messaggio è chiaro: non verranno tollerati in alcun modo colpi al limite. Meglio tenere sotto controllo una gara pronta ad esplodere da un momento all’altro.

Le possibili conseguenze

In realtà, secondo quanto emerso nell'immediato post-gara, la NBA potrebbe rescindere il fallo flagrant fischiato a Embiid, che comunque ha fatto una giocata sulla palla e poi si è estraniato dalla lotta. La decisione della NBA su quella situazione sarà importante soprattutto a lungo termine: se venisse confermato il flagrand, il centro salirebbe a due "punti" flagrant nei suoi playoff - dopo quello già preso per una gomitata a Jarrett Allen - e si porterebbe quindi a due da una sospensione automatica per una partita. Per Dudley e Butler, invece, l'espulsione non dovrebbe avere conseguenze sulla prossima gara da disputare a Philadelphia. 

I più letti