Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, la notte della Lottery del Draft 2019 su Sky Sport NBA: cosa c'è da sapere

NBA
lottery_2019

Stanotte si svolgerà la Lottery, decidendo l’ordine di scelte del prossimo Draft di giugno: tutti gli scenari, le probabilità delle squadre e gli orari per seguirla in tv su Sky Sport NBA, con la curiosità di scoprire dove finirà Zion Williamson

SORTEGGIATA LA LOTTERY: L'ORDINE DI SCELTA COMPLETO DEL DRAFT 2019

I 30 MIGLIORI PROSPETTI DEL DRAFT 2019

LOTTERY, UNA NOTTE PIENA DI SORPRESE

Una degli eventi più importanti per buona parte delle 30 franchigie NBA non si svolge su un campo da basket, ma in una stanza chiusa ad aspettare che quattro palline escano da uno strano macchinario. È questo il paradosso che rende così strana, ma anche così speciale, la notte della Lottery, evento che decide l’ordine di scelta del Draft del prossimo giugno. Il primo premio di quest’anno risponde al nome di Zion Williamson, il fenomeno da Duke University che potrebbe cambiare il destino di qualunque squadra sia abbastanza fortunata da vincere la prima scelta assoluta. Per scoprire chi sarà, ecco quello che dovete sapere per essere preparati al meglio.

Quando e dove si terrà la Lottery del Draft?

La Lottery si terrà nella notte tra martedì 14 e mercoledì 15 maggio all’Hotel Hilton di Chicago, Illinois. I risultati verranno comunicati in uno show televisivo trasmesso alle 2.30 del mattino anche in diretta su Sky Sport NBA. Il Draft si terrà invece nella notte tra giovedì 20 e venerdì 21 giugno al Barclays Center di Brooklyn.

Qual è il formato della Lottery?

Quella di questa notte sarà una Lottery diversa dalle altre, con molte più possibilità di sorprese. Il nuovo formato delle probabilità introdotto quest’anno, infatti, riduce di molto le differenze tra le squadre che hanno chiuso con i peggiori record della NBA: fino allo scorso anno la squadra con più sconfitte aveva il 25% di possibilità di pescare alla numero 1, con le percentuali che scendevano al 19.9% per la seconda e il 15.6% per la terza, e via via tutte le altre. Da quest’anno, invece, le tre peggiori squadre hanno tutte il 14% di possibilità di vincere la Lottery, con la distanza rispetto alla quarta (12.5%), la quinta (10.5%) e la sesta (9%) decisamente ridotta. A differenza del passato, poi, verranno decise le prime quattro posizioni e non solo le prime tre, il che significa che i New York Knicks – che partono con il “primo” posto, visto il peggior record della lega – possono al massimo finire alla quinta posizione nel caso in cui venissero scavalcati da tutti quelli che li seguono. Queste sono le probabilità di ogni squadra:

Squadra                               Record         % Top-4        % Prima scelta assoluta

New York Knicks                            17-65                    52.1%                    14.0%

Cleveland Cavaliers*                    19-63                    52.1%                    14.0%

Phoenix Suns                                 19-63                     52.1%                    14.0%

Chicago Bulls                                  22-60                   48.0%                   12.5%

Atlanta Hawks                               29-53                    42.1%                    10.5%

Washington Wizards                  32-50                    37.2%                    9.0%

New Orleans Pelicans                33-49                    26.3%                    6.0%

Memphis Grizzlies*                     33-49                    26.3%                     6.0%

Dallas Mavericks*                        33-49                    26.3%                     6.0%

Minnesota Timberwolves        36-46                    13.9%                      3.0%

Los Angeles Lakers                    37-45                      9.4%                       2.0%

Charlotte Hornets                     39-43                      4.8%                        1.0%

Miami Heat                                   39-43                      4.8%                         1.0%

Sacramento Kings*                    39-43                     4.8%                         1.0%

Come funziona la Lottery?

In televisione si vedono solo i risultati di un’estrazione che avviene in una stanza separata un’ora prima della diretta. A quella stanza accedono – senza possibilità di comunicare con l’esterno – alla i dirigenti della NBA, i rappresentanti delle 14 squadre, un gruppo di giornalisti selezionati e i notai della Ernst & Young, chiamati a supervisionare il corretto svolgimento dell’estrazione. In una macchina speciale della Smart Play vengono inserite 14 palline numerate sequenzialmente, distribuendo ai partecipanti 1.000 combinazioni possibili in base alla posizione di partenza nella Lottery (quindi 140 per Knicks, Cavaliers e Suns, 125 per i Bulls e così via). Dopo che le palline vengono posizionate nella macchina, vengono mescolate per 20 secondi e poi la prima pallina viene “sparata” fuori alla velocità di 40 metri al secondo, seguita da altre tre a 10 secondi di distanza l’una dall’altra. Una volta rivelate le quatto palline, la combinazione corrisponde a una di quelle in possesso di una singola squadra, che vince così la lotteria e la prima scelta assoluta. Il processo viene poi ripetuto per altre tre volte, determinando l’ordine di scelta delle prime quattro posizioni al Draft. L’intero processo viene registrato dalle telecamere: quello dello scorso anno si può vedere qui.

Quali protezioni ci sono sulle scelte?

Questa Lottery sarà particolarmente importante per quattro squadre che potrebbero tenere o perdere la loro scelta al Draft in base al risultato dell’estrazione. I Cleveland Cavaliers sono certi di tenere la propria scelta che è protetta 1-10, visto che non potranno scegliere al di sotto della 6 (altrimenti sarebbe andata ad Atlanta). La scelta dei Memphis Grizzlies è quella più in bilico: se manterranno una delle prime otto posizioni, il pick rimarrà a loro, altrimenti finirà ai Boston Celtics. Più complicata la posizione dei Dallas Mavericks, che parte con la nona posizione: se salirà a una delle prime quattro posizioni, allora terrà la scelta, altrimenti finirà agli Atlanta Hawks (complice lo scambio dello scorso anno tra Luka Doncic e Trae Young). Infine, esiste una remotissima possibilità che la scelta di Sacramento cambi gli equilibri della Eastern Conference: i Kings, che partono con le peggiori chance tra le 14 partecipanti, cederanno la loro scelta ai Philadelphia 76ers nel remotissimo caso in cui finiscano al primo posto (1% di possibilità che succeda), mentre in tutti gli altri casi daranno la loro scelta ai Boston Celtics.

Come viene deciso il resto del Draft?

Dopo le prime 14 posizioni, il resto del primo giro (dalla 15 alla 30) e tutto il secondo giro (dalla 30 alla 60) viene determinato dall’ordine inverso della classifica finale della regular season. Ogni squadra parte con una scelta al primo giro e una al secondo, anche se gli scambi e le transazioni di mercato degli anni precedenti possono cambiare il proprietario della scelta.

Chi sarà presente a rappresentare le squadre?

Ad assistere all’estrazione “reale” saranno soprattutto dirigenti delle squadre – con l’unica eccezione di Alvin Gentry, capo allenatore dei New Orleans Pelicans. Sul palco dello show televisivo, invece, le 14 squadre saranno rappresentate da volti più o meno noti: sono due i giocatori NBA presenti (Kyle Kuzma per i Los Angeles Lakers e Deandre Ayton per i Phoenix Suns), mentre come da tradizione i Cleveland Cavaliers manderanno Nick Gilbert, figlio del proprietario Dan e già porta-fortuna in tre Lottery in passato (2011, 2013 e 2014). Particolarmente affascinante la scelta dei New York Knicks di chiamare Patrick Ewing: l’ultima vittoria della franchigia della Grande Mela alla Lottery risale al 1985, quando finirono poi per scegliere proprio il centro da Georgetown cambiando il corso della loro storia. La speranza è che la sua presenza permetta ai Knicks di confermare la prima posizione e accaparrarsi così Zion Williamson.

Chi sono i principali prospetti?

Quello di quest’anno è considerato da molti come un Draft ricco di talento nelle prime posizioni ma non particolarmente profondo, il che rende ancora più cruciale per le squadre questa Lottery. Il più atteso di tutti è Zion Williamson, 18enne prodotto di Duke che ha esaltato nel suo unico anno in NCAA, vincendo il titolo di miglior giocatore universitario dell’anno con la sua combinazione di taglia, atletismo e capacità tecniche. Alle sue spalle sono salite in maniera esponenziale le quotazioni di Ja Morant, point guard da Murray State che unisce atletismo, doti di passaggio e capacità realizzative in quantità tali da far girare la testa a molti. Infine c’è R.J. Barrett, guardia canadese sempre di Duke che ha chiuso con 22.6 punti di media nel suo unico anno di college confermando quanto di buono fatto vedere anche a livello giovanile. A questo link trovate i 30 migliori prospetti di questa classe 2019.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.