Mercato NBA, paperone Lillard: rinnovo da 191 milioni in 4 anni. Confermato anche Stotts

NBA

I Portland Trail Blazers sono pronti a legarsi ancora di più a Damian Lillard: pronto per lui un’estensione di contratto da 191 milioni di dollari in quattro anni, un accordo che lo porterà fino ai 34 anni di età. Intanto ufficiale l’estensione anche di coach Terry Stotts

I CLIPPERS IN POLE PER KEVIN DURANT?

TUTTI I FREE AGENT DEL MERCATO 2019

La storia d’amore tra Damian Lillard e i Portland Trail Blazers è destinata a durare ancora a lungo. Dopo la miglior stagione degli ultimi 20 anni, la franchigia – secondo quanto riportato da Yahoo Sports – offrirà al numero 0 un’estensione di contratto da 191 milioni di dollari in quattro anni, che andrà ad aggiungersi ai due anni ancora rimanenti sul suo accordo fino al 2021 a 62 milioni di dollari complessivi. L’unico cavillo tecnico che manca è la conferma che il playmaker venga inserito in uno dei primi tre quintetti All-NBA, requisito necessario per offrire il cosiddetto “super max” a un giocatore scelto al Draft dalla squadra, ma non dovrebbero esserci dubbi che Lillard si prenderà uno dei quindici posti nei quintetti ideali della regular season. Secondo quanto riportato, il giocatore dovrebbe anche avere una player option a proprio favore per l’ultima stagione, che comunque lo porterà fino ai 34 anni di età rendendolo – molto probabilmente – il più grande Blazer nella storia della franchigia. “Ci concentreremo sul contratto a tempo debito” ha detto Lillard provando a sviare il controllo. “Quest’anno abbiamo fatto qualcosa di eccezionale, arrivando a una sola serie di distanza dalle Finals e avendo una doppia cifra di vantaggio in tre partite su quattro. Essere arrivati fino a questo punto ci rassicura che possiamo andare fino in fondo”.

Rinnova anche coach Terry Stotts

Se per Lillard bisognerà aspettare ancora qualche tempo, è invece ufficiale che a guidare la squadra sarà ancora Terry Stotts. Dopo l’eliminazione dello scorso anno al primo turno per mano dei New Orleans Pelicans l’allenatore era stato confermato dalla franchigia ma senza un nuovo contratto, facendolo lavorare sull’ultimo anno “garantito” dal loro accordo visto che per la stagione 2019-20 l’opzione era a favore della squadra – cosa che non era per niente piaciuta al coach 61enne, che quest’anno ha di fatto dovuto allenare per il proprio futuro. Un futuro che lo vedrà ancora in Oregon: il General Manager Neil Olshey ha annunciato ieri che è stato raggiunto un accordo per un’estensione di contratto pluriennale, anche se non sono state rese note né la durata né le cifre del contratto. A lui spetterà il compito di far migliorare ancora di più la squadra, visto che le mani sul mercato dei free agent sono legate in vista dell’estate, con il monte salari già vicino alla luxury tax. “Dobbiamo continuare a progredire con i giocatori che abbiamo” ha detto Lillard. “Poi quando e se si presenterà l’opportunità di prendere dei giocatori che ci possono portare al livello successivo, ci proveremo. Non possiamo fare altro”.

I più letti