Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Paul Pierce rivela: "La sedia a rotelle nelle Finals 2008? Dovevo andare in bagno"

NBA

Nell’undicesimo anniversario della gara-1 delle Finals contro i Los Angeles Lakers, Paul Pierce ha rivelato il motivo per cui dovette uscire dal campo in sedia a rotelle: "Dovevo andare in bagno e qualcosa era appena sceso…". Ma su Twitter poi ha fatto intendere che si trattava di una presa in giro (forse)

PAUL PIERCE NON HA AZZECCATO NEANCHE UN PRONOSTICO AI PLAYOFF

Sono ormai passati undici anni da uno dei momenti più iconici della storia dei Boston Celtics. Gara-1 delle NBA Finals tra i biancoverdi e i Los Angeles Lakers: nel tentativo di difendere su Kobe Bryant, Paul Pierce ricade male e si tiene il ginocchio, temendo di essersi rotto il legamento o di aver comunque subito un grave infortunio. L’intero TD Garden trattiene il fiato mentre Pierce viene trasportato a braccia fuori dal campo e, successivamente, viene mostrato dalle telecamere mentre viene portato in spogliatoio addirittura su una sedia a rotelle. Dopo pochi minuti, però, “The Captain and The Truth” è pronto a tornare in campo addirittura correndo nel corridoio verso il campo, segnando una tripla in transizione delle sue e ispirando la prima vittoria nella serie per i biancoverdi, poi campioni NBA in gara-6 interrompendo un digiuno di 22 anni senza titoli. L’immagine di Pierce sulla sedia a rotelle è stata per anni estremamente discussa specialmente dai tifosi dei Lakers, che spesso hanno pensato che Pierce avesse finto l’infortunio per rendere ancora più drammatica la sua uscita dal campo e più entusiasmante il suo rientro, come una sorta di Willis Reed del 2008. Solo che… non era vero niente.

La rivelazione in diretta: "Dovevo solo andare in bagno"

Nel suo lavoro di analista per ESPN, Paul Pierce — imbeccato da Michelle Beadle e da altri due ex giocatori NBA come Jalen Rose e Chauncey Billups — ha rivelato cosa è realmente successo quel famoso 5 giugno 2008. “Ho una confessione da fare” ha detto Pierce in tono simil-drammatico. “Dovevo solamente andare in bagno”. Davanti alla reazione fintamente stupita dei suoi colleghi e alla domanda di Billups — “Ma perché hai avuto bisogno di una sedia a rotelle?” —, Pierce in modo serissimo ha risposto “Qualcosa era appena sceso, perciò dovevo andare in bagno. Tutto qui”, senza scendere in ulteriori particolari. Che Pierce avesse avuto un improvviso attacco di “numero 2”, in realtà, era una teoria folle che girava su Internet già da tempo: Jason Concepcion di The Ringer due anni e mezzo fa aveva scritto un pezzo proprio a riguardo, inteso però a smentire la teoria piuttosto che a confermarla. Ora invece è stato lo stesso Pierce a confermarla, mandando in tilt Twitter per qualche ora.

I tweet di Pierce: anche quelle parole sono state una presa in giro?

Per la verità, lo stesso Pierce ha poi gettato un’ombra su quanto rivelato da lui stesso. Prima ha twittato una serie di emoji e successivamente ha scritto: “Mi spiace rompere la vostra bolla da haters, ma l’unica cag…a che ho fatto il 5 giugno 2008 è stata quella sui Lakers. #factz #haterzgonnahate” aggiungendo tre faccine che ridono. Capire cosa è realmente successo, allora, diventa improvvisamente complicato — anche perché quel giorno Pierce tornò effettivamente in campo con una vistosa ginocchiera e, dopo la partita, è stato immortalato con una grossa borsa del ghiaccio sull’area interessata. Non che quell’incidente gli abbia impedito di vincere il titolo di MVP delle Finals, ma non era proprio del tutto inventato. Chissà se sapremo mai veramente cosa è successo quel giorno.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.