Jeremy Lin, intervista in lacrime: "L'NBA mi ha dimenticato"

NBA

Intervista e sfogo commovente per l'ex playmaker dei Toronto Raptors, franchigia con cui ha vinto il titolo (seppur con un ruolo marginale) nella scorsa stagione. Nessuna offerta da squadre NBA, quindi le lacrime: "Sembra che l'NBA mi abbia mollato, questa free agency è stata davvero dura"

LA CLASSIFICA DI ESPN DOPO IL MERCATO: LA MIGLIOR SQUADRA NBA?

LE NEWS DI SKY SPORT SU WHATSAPP

Si aspettava di trovare una nuova sistemazione nonostante una stagione tutt'altro che entusiasmante divisa fra Atlanta e Toronto. Jeremy Lin parla da Taiwan del suo periodo vissuto da free agent. Un'intervista toccante quella dell'ex play dei Raptors, con cui ha vinto il titolo soltanto poche settimane fa. Ma quella vittoria non la sente sua avendo contribuito in modo molto marginale  (9.6 punti di media e 3.1 assist, fuori dalle rotazioni durante i playoff): "Dopo una stagione così, dovevo essere pronto per questo viaggio in Asia ma è stata l’ultima cosa che volevo fare perché sapevo che avrei dovuto piazzarmi un sorriso in faccia per 6 settimane e parlare di una vittoria del titolo che non sento di aver guadagnato fino in fondo. Poi so che avrei dovuto parlare del mio futuro che peraltro non so se avrò. Onestamente è tutto molto imbarazzante. È dura da sopportare". 23 gare giocate nella scorsa segular season, appena 37 nei due anni precedenti a Brooklyn (complice anche la rottura di un tendine rotuleo). Gli infortuni hanno hanno avuto un grande peso nella parabola discendente di Lin (30 anni) che ora teme che non riuscirà più a rientrare in Nba: "C'è un detto che dice 'quando tocchi il fondo, puoi soltanto risalire'. Ma per me il fondo non finisce mai. Ogni anno diventa sempre più difficile. Questa free agency è stata davvero terribile".

I più letti