Please select your default edition
Your default site has been set for 7 days

NBA, Kyle Lowry estende con i Raptors: 31 milioni di dollari per 1 anno

NBA

La point guard campione NBA sceglie di allungare per un'altra stagione il suo contratto con Toronto, in scadenza a fine anno. Ora il 5 volte All-Star resterà legato ai Raptors fino al termine dell'annata 2020-21, quando Lowry diventerà free agent

LOWRY: "ESSERE CAMPIONE NBA MI RIPAGA DI TUTTO"

Vinto il titolo NBA a giugno, ma visto partire l’MVP delle finali Kawhi Leonard (e anche Danny Green) solo un mese più tardi, il futuro dei Toronto Raptors appare a molti meno chiaro e delineato di quello che dovrebbe essere per una squadra appena laureatasi campione NBA. L’estensione contrattuale raggiunta da Kyle Lowry e dal front office dei canadesi – 1 anno per 31 milioni di dollari – va in questa direzione, quella cioè di dare punti fermi a un roster che al momento conta tre giocatori molto importanti (Marc Gasol, Serge Ibaka e Fred VanVleet) in scadenza a fine anno e un quarto, Pascal Siakam, con il quale i Raptors possono raggiungere un’estensione entro il 21 ottobre (o gestirlo da restricted free agent a fine stagione). Titolare dell’ultimo anno di un contratto triennale firmato nell’estate 2017 che lo paga quasi 35 milioni di dollari, Lowry è reduce da un’estate complicata, iniziata con il forfait obbligato a Team USA per via dell’infortunio al pollice che poi ha richiesto un’operazione, effettuata già a luglio. Da allora, l’ex star di Villanova non ha ancora ripreso ad allenarsi con i suoi compagni di squadra, pur prendendo parte al viaggio di squadra in Giappone per le amichevoli prestagionali contro gli Houston Rockets. A 33 anni, reduce da una stagione chiusa con oltre 14 punti di media impreziositi da quasi 9 assist, Lowry sceglie così di allungare di un solo anno la sua permanenza a Toronto, tempistica che poi lo renderà – a 35 anni – un free agent comunque ambito nel corso dell’estate 2021, quella in cui si libereranno dai contratti anche i vari LeBron James, Giannis Antetokounmpo, Kawhi Leonard e Paul George. Anche con la firma di Lowry, e l’aggiunta dei suoi 31 milioni di dollari al salary cap della squadra, i Raptors si ritrovano soltanto 75 milioni di dollari scarsi impegnati nel monte salari per la stagione 2020-21, permettendosi così una certa eventuale libertà di movimento a seconda delle scelte effettuate sui rinnovi di Gasol, Ibaka e VanVleet.

I più letti