Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, a che punto è il rientro di Zion Williamson? "Saremo molto cauti"

NBA

A sei settimane dall’operazione al menisco, Zion Williamson è ancora piuttosto lontano dal suo debutto in NBA. La prima scelta assoluta dell’ultimo Draft ha appena cominciato il lavoro sul campo con tiri da fermo e allenamenti leggeri, ma coach Gentry ha già annunciato che la squadra sarà molto cauta col suo rientro

Sono passate già sei settimane da quando i New Orleans Pelicans hanno annunciato che Zion Williamson si è sottoposto ad un’operazione chirurgica al menisco del ginocchio destro. Visto che la squadra aveva reso noto che i tempi di recupero erano stimati in sei/otto settimane, è lecito chiedersi: a che punto è il recupero della prima scelta assoluta dell’ultimo Draft? La risposta è che il suo debutto in NBA non è imminente: secondo quanto scritto da ESPN, Williamson ha fatto un po’ di lavoro in campo, con allenamenti leggeri insieme ai suoi compagni e un po’ di tiro da fermo. Un po’ poco per pensare che in due settimane sia pronto a debuttare, spingendo probabilmente il suo esordio più verso Natale – quando i Pelicans saranno impegnati contro i Denver Nuggets nella quinta partita di giornata. L’allenatore dei Pelicans Alvin Gentry aveva comunque annunciato che la squadra sarebbe stata “estremamente cauta” nel giudicare il suo rientro, rendendo noto che il giocatore deve prima raggiungere certi parametri e risultati di condizione fisica per poter pensare di farlo debuttare. Precauzioni normali, considerando quanto i Pelicans hanno investito sul prodotto di Duke e il fatto che la stagione comunque appare compromessa, sia per i tanti infortuni (solo quattro giocatori sono stati sani per tutto questo inizio di stagione) che per i risultati in campo (6 vittorie e 15 sconfitte, secondo peggior record della Western Conference).

I più letti