Please select your default edition
Your default site has been set

Mercato NBA, D’Angelo Russell resta agli Warriors? Sfumata l’ipotesi Minnesota

MERCATO NBA
©Getty

Il n°0 di Golden State, arrivato in estate nella trade Kevin Durant, è il pezzo forte con cui a San Francisco sperano di ottenere scelte al Draft e giocatori di prospettiva. La lunga trattativa con i T’Wolves però è naufragata e la sessione di mercato sta inesorabilmente volgendo al termine

SEGUI IL LIVE DELLE ULTIME ORE DI MERCATO NBA

Se ne parlava da settimane e fino a poche ore fa sembrava una delle principali piste da tenere d’occhio: D’Angelo Russell, reduce da una prima parte di stagione complicata a causa degli infortuni e del pessimo record degli Warriors, era pronto a fare le valigie destinazione Minneapolis per accasarsi ai T’Wolves assieme al suo amico Karl-Anthony Towns - con cui non ha mai fatto mistero di voler giocare e comporre un giovane trio delle meraviglie che comprende anche Devin Booker. Un’ipotesi sfumata nelle ultime ore, visto che Minnesota alla fine ha scelto di sacrificare una pedina importante come Robert Covington per andare a prendere una prima scelta al Draft e cambiare diversi giocatori all’interno della propria rotazione nella maxi-trade che ha portato Clint Capela agli Hawks. Una strada diversa da percorrere che non ha fatto altro che confermare le indiscrezioni filtrate poche decine di minuti prima: la trattativa da Warriors e Timberwolves è sfumata - “troppo grande la divergenza a livello di vedute e di prezzo dell’affare”, stando al resoconto fatto da Shams Charania su The Athletic. Golden State infatti andava a caccia di una trade che permettesse ai vice-campioni in carica di liberare spazio salariale e al tempo stesso di mettere le mani su giocatori e scelte su cui puntare per rilanciare la squadra a partire dalla prossima stagione - quando torneranno pienamente a disposizione sia Klay Thompson che Steph Curry. Minnesota sembrava la destinazione ideale, visto che i T’Wolves si dicono disposti a tutto pur di accontentare Towns e farlo felice a Minneapolis: un’unità d’intenti che per diverse settimane ha lasciato credere a molti che la trattativa potesse arrivare in porto e che invece si è conclusa con un nulla di fatto. L’attenzione attorno al nome di Russell però resta massima: con i suoi 23 punti di media e l’indiscutibile talento offensivo, potrebbero essere altre le franchigie pronte a bussare alla porta degli Warriors prima della deadline di domani sera alle 21.

NBA: SCELTI PER TE