Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, non bastano i 41 di Tatum: L.A. trascinata da LeBron James e Anthony Davis

NBA
©Getty

Partita decisa solo nei secondi finali quella dello Staples Center tra le due squadre più vincenti della storia NBA. Boston ha un Jayson Tatum inarrestabile, ma nel finale i liberi di Anthony Davis (32 e 13 rimbalzi per lui) e i canestri di LeBron James (29 e tripla doppia sfiorata) danno la vittoria ai Lakers

LOS ANGELES LAKERS-BOSTON CELTICS | IL TABELLINO

La grande classica NBA va in scena come annunciato senza Kemba Walker ma sotto gli occhi di "The Big Ticket", Kevin Garnett e del leggendario Bill Russell, con maglia gialloviola n°24 e cappellino in onore di Kobe Bryant. Sono i Lakers a partire meglio, attivi in difesa e capaci di piazzare un parziale di 12-3 in apertura impreziosito da 5 punti di LeBron James. Arriva però la reazione della squadra di coach Brad Stevens, che ha diverse occasioni per piazzare il sorpasso ai danni dei Lakers ma viene tenuta ancora a distanza da un paio di magie in assistenza di Rajon Rondo. Sono ancora i padroni di casa allora a chiudere davanti il primo periodo, con un +9 (28-19) marchiato a fuoco dall’ottimo impatto dalla panchina di Kyle Kuzma, già autore di 6 punti con 3/5 al tiro, e dall’ottima difesa di squadra. Le due squadre hanno le mani un po’ fredde all’inizio dei secondi dodici minuti, soprattutto da tre: i punti dei Celtics arrivano tutti dai titolari, con la second unit abbastanza invisibile, mentre i Lakers mantengono alta l’intensità difensiva e poi si affidano alle giocate di un LeBron James che appare ispirato. Sale un po’ di colpi a metà quarto la difesa di Boston, col solito Marcus Smart, e non a caso i biancoverdi tornano vicini anche grazie alle magie offensive di Jayson Tatum, che ha già 19 punti alla fine del primo tempo. Gli ospiti si rifanno sotto (anche a -2 sul 46-44) ma è ancora Kuzma a trovare la tripla che mantiene i gialloviola davanti, che negli ultimi minuti del primo tempo si affidano alla coppia James-Anthony. Proprio nei secondi finali della frazione è un canestro di Gordon Hayward a impattare la gara sul 54-54, ma poi le due squadre vanno all’intervallo sul +2 Lakers, con 13 di LeBron James e 11 in 12 minuti di Kuzma, con i losangelini a +12 per punti ottenuti all’interno dell’area pitturata.

Secondo tempo

Boston mette finalmente la testa avanti in avvio di secondo tempo: si scambiano canestri Tatum e James, i due pesi massimi delle due squadre, ed è proprio la tripla dall’angolo del n°0 dei Celtics che costringe al timeout Frank Vogel che vede i suoi scivolare a -7 sul 69-62 come conseguenza del 5/5 al tiro (con 4/4 dalla lunga distanza) dei biancoverdi. Ci prova Anthony Davis a tenere a contatto i suoi con un paio di triple consecutive ma Tatum veramente non sbaglia mai: ha già 30 punti a tabellino con ancora 7 minuti da giocare nel terzo quarto il prodotto di Duke, che ha in mano la difesa di L.A.. I Lakers però - grazie soprattutto alla loro difesa e a una panchina di grande impatto (33 punti contro i 5 di quella dei Celtics) - non vanno giù neppure davanti ai 37 di Tatum nei primi tre quarti, e anzi vanno all'ultima mini-pausa in perfetta parità, sull'87-87. Anthony Davis è già in doppia doppia con 24 punti e 11 rimbalzi, mentre 20 li aggiunge LeBron James. La prima metà dell'ultimo quarto va via in sostanziale equilibrio, poi è proprio il 23 gialloviola ha inserire una marcia in più e dare un mini vantaggio ai suoi. Il finale è esaltante: con 3 minuti da giocare ancora Tatum pareggia a quota 105 sfondando il muro dei 40 punti ma Anthony Davis sfodera la terza tripla della sua gara per il +3 Lakers. Le due squadre si scambiano canestri e la tripla di Jaylen Brown rimette davanti Boston, sul +2 a 77 secondi dalla fine. Una magia di LeBron in faccia proprio a Brown dà il vantaggio ai gialloviola, e sul 111-110 Lakers coach Brad Stevens protesta per una chiamata, si prende un tecnico (non capitalizzato da L.A.) e poi vede Davis fare 2/2 dalla lunetta e dare il +3 a 12 secondi dalla fine. Fanno 2/2 anche i Celtics e allora il finale si decide in lunetta: Davis fa solo 1/2, regala l'ultimo tiro a Tatum, che invece nel tentare la conclusione fa fallo in attacco e consegna la vittoria ai Lakers. Ci sono 32 punti con 13 rimbalzi per Davis,  mentre LeBron James sfiora la tripla doppia a quota 29 punti, 9 assist e 8 rimbalzi, a rovinare la gran gara di Jayson Tatum (che chiude a quota 41 con 12/20 al tiro e anche 15 viaggi in lunetta). 

NBA: SCELTI PER TE