Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, LeBron, Davis ma anche Avery Bradley: il terzo derby di L.A. è dei Lakers

NBA
©Getty

Dopo le prime due sconfitte stagionali nel derby di L.A., i Lakers si prendono una rivincita e fermano la striscia di sei vittorie dei Clippers, sconfitti nonostante i 31 punti di Paul George e i 27 di Kawhi Leonard. Sono 58 quelli della coppia James/Davis, ne aggiunge 24 un ottimo Avery Bradley

L.A. CLIPPERS-LOS ANGELES LAKERS 103-112

Parte forte Paul George, 5 tiri in tre minuti e mezzo e 5 punti, che sono anche il vantaggio dei Clippers al primo time-out. Poi però sale di colpi la difesa dei Lakers: rubata e canestro di Anthony Davis, rubata e canestro di Avery Bradley, che sale di giri contro Patrick Beverley e si prende un tecnico. C'è tanta intensità, e c'è equilibrio, con le squadre in parità per gran parte del primo quarto. Sia Clippers che Lakers non tirano bene nei primi 12 minuti, men che meno dall'arco (1/12 combinato) mentre a farla da protagonista sono le difese: la prima frazione si chiude 27-25 per i gialloviola, con 9 punti di Anthony Davis, stesso bottino dall'altra parte per Paul George. Ed è proprio l'ex OKC a partire ancora con le marce alte anche nel secondo periodo: quattro suoi punti in fila fanno 13 per lui e 37-31 per i Clippers. Dall'altra parte il primo ad arrivare in doppia cifra è un LeBron James molto presente, con già 14 punti e otto viaggi in lunetta. Ovviamente la panchina dei Clippers produce (offensivamente) più di quella dei Lakers e il parziale del secondo quarto si spiega anche così, con l'impatto di Lou Williams e Montrezl Harrell. Alla fine del primo tempo (chiuso con percentuali sempre basse al tiro da parte delle due squadre) sono 31 i punti della coppia James-Davis (16 per il primo, 15 per il secondo), mentre dall'altra parte nessuno riesce a fermare Paul George, che chiude con 19 e un ottimo 7/11 dal campo cui danno man forte i 12 di Kawhi Leonard e i 12 della coppia Williams-Harrell, con i Clippers in vantaggio 53.49

Il secondo tempo

"Sgabbiano" meglio a inizio ripresa i Lakers, che col 5-0 iniziale si portano davanti, costringendo Doc Rivers a un immediato time-out. Ancora punti non proprio scontati in casa gialloviola da Avery Bradley, che ne ha già 18 con 12 tiri a metà del terzo quarto. Quando va a sedersi LeBron James i Lakers sono di Anthony Davis, che alza il volume della radio in difesa ma è sempre pericoloso anche in attacco, che vanno sul +5. Dura però un attimo, perché due triple di Paul George riportano davanti i Clippers, con il n°13 già a quota 26. Il parziale dei Clippers si allunga sull'11-2 ma sono ancora una tripla di Bradley e una di Kentavious Caldwell-Pope a tenere a contatto i Lakers. La partita si fa bellissima, sorpassi e controsorpassi, alla tripla di Anthony Davis segue quella di Kawhi Leonard, ma AD sembra impossibile da fermare e tiene i Lakers davanti anche in contumacia LeBron. I Clippers chiudono il terzo quarto inseguendo (81-85) nonostante i 29 punti con solo 14 tiri di Paul George e un netto vantaggio nei rimbalzi offensivi (più del doppio, 13 contro 6), ma a punirli sono le percentuali al tiro (al 40% dal campo e poco sopra al 20% da tre).  La prima zampata dell'ultimo quarto è di LeBron: tripla e +7 Lakers , che controllano ritmo e partita e con meno di 5 minuti dalla sirena finale scollinano oltre i 100 punti, senza però riuscire a staccare definitivamente Leonard e compagni. Il finale è tutto marchiato James: prima due giocate determinanti (un assist per Davis e un recupero da terra) che sembrano indirizzare definitivamente la gara, poi il canestro con il libero aggiuntivo della staffa: "King" James chiude a 28 (con 9 assist e 7 rimbalzi), ne ha 30 Anthony Davis (senza dimenticare i fondamentali 24 di Bradley) e i Lakers dopo i Bucks battono anche i Clippers, alla prima sconfitta dopo sei gare consecutive. Non bastano alla squadra di coach Rivers i 31 di Paul George e i 27 di Kawhi Leonard (con 20 e 8 rimbalzi dalla panchina di Harrell): il finale dice 112-103 Lakers, al quarto successo in fila, l'undicesimo nelle ultime 12.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche