Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Giannis Antetokounmpo non gioca a basket da tempo: "Non ho un campo per allenarmi"

milwaukee
©Getty

Il n°34 dei Bucks ha raccontato a ESPN di come si sta dedicando all'allenamento in casa, alternando palestra, pesi e fase aerobica, ma essendo costretto a rinunciare al basket giocato perché non ha a disposizione uno spazio adatto in casa

Lo abbiamo visto alle prese con una chitarra improvvisando canzoni non sempre ben riuscite, si è impegnato non poco nel battere a scacchi la sua fidanzata tanto da attirare commenti “importanti” su Twitter e anche meravigliarsi quando a scoperto che la sua dolce metà tifava per i Lakers. Un Giannis Antetokounmpo diverso rispetto al normale in queste settimane di quarantena, al quale tuttavia manca un elemento naturale imprescindibile: il pallone da basket. L’MVP in carica infatti non sta più giocando a pallacanestro, come raccontato a ESPN: “Sì, non ho l’opportunità di avere accesso a una campo da basket. Tanti giocatori ne hanno uno dentro casa o nelle vicinanze, io invece al momento con le palestre dei Bucks chiuse non so come fare. Per ora sto facendo lavoro a casa, in bici, in palestra con i pesi: tanti modi per non perdere fiato, per restare allenati, ma non sto giocando a pallacanestro”. Un problema non solo per lui ma anche per altri giocatori di Milwaukee, come raccontato da Khris Middleton: “Da quando hanno chiuso i campi d’allenamento dei Bucks, non ho possibilità di avere un canestro a disposizione a meno che non mi intrufoli in casa del mio vicino per giocare nel suo giardino. Non ho modo di allenarmi in quel senso: ho un paio di canestri piccoli, ma posso a malapena palleggiare in casa per andare ad appoggiare il pallone”. Un problema comune a molti che non vuole rappresentare una critica all’operato dei Bucks: “La franchigia è sempre vicina a noi”, chiosa Antetokounmpo. “Ci hanno consegnato gli attrezzi, le bike, danno indicazioni dei lavori che possiamo fare a casa. Inoltre si sono incaricati di consegnarci il cibo a casa con un catering, in maniera tale che sia più facile per noi seguire la dieta”. Tutto a disposizione quindi, tranne la cosa più importante: un campo da pallacanestro.

NBA: SCELTI PER TE