Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Vanessa Bryant: “L'ingresso nella Hall of Fame è il picco della carriera di Kobe”

NBA

Le parole di gioia della moglie dell'ex superstar dei Lakers si mischiano inevitabilmente alla tristezza: "Ovviamente vorremmo fosse qui con noi a festeggiare". Anche i Lakers lo ricordano: "Un vincente, un campione, qualcuno che ha dato tutto alla pallacanestro", dice Jeanie Buss

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Sulla sia induzione nella Hall of Fame di Springfield non c’era neppure un dubbio, ma pur in compagnia di altri super campioni — su tutti Tim Duncan e Kevin Garnett — è il nome di Kobe Bryant quello che genera un brivido tra tifosi, appassionati e sportivi in tutto il mondo. Insieme all’ufficialità della notizia sono arrivate anche le prime parole di commento, in primis quelle della moglie Vanessa, che solo il 26 gennaio scorso ha dovuto sopportare il lutto non solo dell’amato marito ma anche della figlia 13enne Gianna. “Un incredibile traguardo e un grande onore, di cui siamo estremamente orgogliosi: l’elezione nella Hall of Fame è il picco della carriera di Kobe, perché ogni vittoria era solo un piccolo passo per arrivare fin qui”. Non manca una vena di tristezza nella parole della vedova Bryant: “Ovviamente avremmo voluto che fosse qui con noi a festeggiare. Noi siamo orgogliosi di quello che ha fatto, c’è un briciolo di conforto nel fatto che avessimo una certa fiducia di vedere il nome di Kobe nella classe 2020”.  

Le reazioni in casa Lakers: Buss e Pelinka

Non si è fatta sentire solo Vanessa Bryant, ma anche da El Segundo — la sede dei Lakers, l’unica squadra nella ventennale carriera di Bryant — sono arrivate le parole di Jeanie Buss e del general manager Rob Pelinka. “Non ci sono parole per descrivere cos’abbia significato Kobe Bryant per i Lakers”, ha detto la prima. “Non è stato solo un vincente e un campione ma una persona che ha dato tutto alla pallacanestro. La voglia di competere, l’etica del lavoro e la spinta che lo animava non hanno paragone: queste qualità lo hanno portato a vincere 5 titoli NBA e ora a entrare nella Hall of Fame, insieme ai più grandi campioni di questo gioco. Nessuno lo merita più di lui”. “Kobe ha sempre minimizzato tutti i riconoscimenti ottenuti — i premi di MVP, i titoli NBA, gli Oscar, le medaglie d’oro olimpiche — ma siamo sicuri che l’ingresso nella Hall of Fame è un qualcosa che avrebbe davvero apprezzato”, ha ribadito Pelinka, in passato anche suo agente. “Congratulazioni, amico: ora la tua leggenda e il tuo spirito continuerà a vivere insieme a tutti i grandi del passato”.   

NBA: SCELTI PER TE