Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, quando è nato l’odio tra Paul Pierce e LeBron James? Lo rivela Kendrick Perkins

RETROSCENA
©Getty

L’ultima provocazione di Paul Pierce ("LeBron non è tra i primi cinque di tutti i tempi") è solo l’ultimo episodio di una rivalità che affonda le sue radici in un episodio del 2003, rivelato da Kendrick Perkins che è stato compagno di entrambi. "Ancora oggi non si parlano per quello che è successo"

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Paul Pierce e LeBron James sono stati protagonisti di grandi battaglie in passato, specialmente in una gara-7 dei playoff del 2008 passata alla storia (45 per LeBron, 41 e vittoria per Pierce). Ma la loro rivalità va ben oltre il campo e affonda le radici in un episodio del 2004, rivelato recentemente da Kendrick Perkins che è stato compagno di squadra e amico di entrambi. Cavs e Celtics si incontrarono a Columbus, Ohio per una partita di pre-season e Pierce "cominciò a parlare un sacco in direzione della panchina dei Cavs, arrivando a sputare verso LeBron e gli altri che erano seduti lì.  Una totale mancanza di rispetto". Perkins inizialmente fa risalire l’evento al suo anno da rookie, quando LeBron doveva ancora debuttare, ma nel 2003 le due squadre non si incontrarono, mentre il gesto di Pierce venne punito con una multa di 15.000 dollari nel 2004. Come raccontato da Perkins e confermato da un pezzo del 2012 di ESPN, le due squadre dovettero essere separate dopo essere entrate a contatto visto che gli spogliatoi erano vicini. "Da quel momento in poi LeBron James e Paul Pierce si odiano e non si parlano, nemmeno oggi" ha concluso Perkins, convinto ancora oggi che ogni parola dell’uno sull’altro sia una questione ormai personale — e sempre così sarà.

NBA: SCELTI PER TE