Please select your default edition
Your default site has been set

NCAA, addio a Eddie Sutton: l'Hall of Famer scomparso a 84 anni

LUTTO
06_Sutton

Il leggendario coach universitario è scomparso per cause naturali a 84 anni, a pochi mesi dall’introduzione nella Hall of Fame di Springfield prevista per agosto insieme a Kobe Bryant. In carriera ha vinto più di 800 partite e raggiunto tre Final Four

La NCAA piange la scomparsa del leggendario allenatore Eddie Sutton, deceduto all’età di 84 anni per cause naturali nella sua casa di South Tulsa, in Oklahoma. È stato il primo allenatore a guidare quattro scuole diverse fino al torneo NCAA raggiungendo per tre volte le Final Four, e meno di due mesi fa era stato finalmente introdotto nella Naismith Memorial Basketball Hall of Fame per la classe del 2020, insieme a Kobe Bryant, Tim Duncan e Kevin Garnett. La famiglia di Sutton ha descritto l’inclusione nella Hall of Fame come “un grande onore e tributo ai grandi giocatori che ha allenato e gli incredibili assistenti che hanno lavorato con lui”. Nel corso della sua carriera Sutton ha vinto 806 partite a livello universitario (ancora oggi nella top-25 ogni epoca) nelle sue 37 stagioni da capo allenatore in Division I, in cui solamente due volte ha chiuso con un record perdente (il suo ultimo anno a Kentucky e una mezza stagione a San Francisco). Dopo aver cominciato come assistente a Oklahoma State a seguito della laurea, Sutton ha allenato per sette anni al liceo di Tulsa Central, passando poi al college a Southern Idaho nel 1966. Dal 1969 al 1974 ha allenato a Craighton, passando poi per 11 stagioni ad Arkansas, per quattro stagioni a Kentucky (rassegnando le dimissioni per un’investigazione della NCAA) e per sedici alla sua alma mater di Oklahoma State (raggiungendo 13 tornei NCAA, 6 Sweet 16, 3 Elite Eight e 2 Final Four nel 1995 e nel 2004), che dal 2005 gli ha intitolato il campo su cui gioca. A seguirlo è stato il figlio Sean per due anni, dopo che Sutton era stato fermato per guida in stato di ebbrezza l’anno precedente, ammettendo una vita passata a combattere l’alcolismo. Sutton ha poi chiuso la sua carriera allenando per mezza stagione ad interim a San Francisco nel 2007-08. Il momento più alto rimane la vittoria di Arkansas da squadra non classificata nel 1984 contro la North Carolina di Michael Jordan, al tempo imbattuta in stagione.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche