Please select your default edition
Your default site has been set

The Last Dance, Steve Kerr si era dimenticato dell’intervista: "Ero sudato e spettinato"

RETROSCENA

Steve Kerr ha rivelato il motivo per cui indossava una maglia dei Golden State Warriors durante The Last Dance: "Ero appena tornato da un allenamento e mi ero totalmente dimenticato dell’intervista. Mi sono presentato senza neanche farmi una doccia"

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI LIVE

Se guardando The Last Dance vi siete chiesti perché Steve Kerr avesse addosso una maglia dei Golden State Warriors, il motivo è più curioso di quanto immaginate. A rivelarlo è stato lui stesso in un’intervista con il telecronista degli Warriors Bob Fitzgerald: “Mi ero completamente dimenticato dell’intervista” ha detto Kerr, che in video appare con i capelli in disordine e una leggera barba incolta. “Eravamo a New York ed ero appena tornato dall’allenamento, dove anche io avevo fatto un workout in palestra. Quando sono rientrato in albergo ho visto tutti quelli della produzione nella hall ad aspettarmi. Erano tantissimi, circa 20 persone e un milione di telecamere, per quella intervista avevano preso una suite intera. E io nemmeno me ne ero ricordato. Mi sentivo in colpa, tanto che nemmeno mi sono fatto una doccia. Sono salito su con loro e abbiamo fatto l’intervista”. Kerr aveva ancora indosso la maglia blu con il logo degli Warriors con cui poi è stato immortalato nella docu-serie, ma il suo look non è passato inosservato nella sua stessa famiglia: “Quando ci siamo riuniti per guardare The Last Dance, mia figlia e mia moglie immediatamente si sono girate verso di me e mi hanno detto: ‘Ma non potevi almeno farti una doccia e sistemarti i capelli prima dell’intervista?!’”. Chissà se almeno è riuscito a mettersi un po’ di deodorante.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche