Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, la scritta Black Lives Matter sarà su tutti campi di Disney World a Orlando

RIPARTE LA NBA
©Getty
WASHINGTON, DC - JUNE 05: People walk down 16th street after volunteers, with permission from the city, painted "Black Lives Matter" on the street near the White House on June 05, 2020 in Washington, DC. After seven days of protests in DC over the death of George Floyd, DC Mayor Muriel Bowser has renamed that section of 16th street "Black Lives Matter Plaza". (Photo by Tasos Katopodis/Getty Images)

La NBA e l’associazione giocatori hanno in programma di dipingere la scritta "Black Lives Matter" sui tre campi che verranno utilizzati per le partite della ripartenza e i playoff. Lo stesso succederà anche in WNBA, le cui giocatrici hanno suggerito l’utilizzo di maglie per il riscaldamento dedicate alle donne vittime della violenza della polizia

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

La giustizia sociale e l’uguaglianza razziale saranno temi chiave della ripartenza della NBA a Orlando. Dopo l’annuncio che i giocatori potranno indossare maglie con messaggi personalizzati al posto dei loro cognomi sulla schiena, la lega e l’associazione giocatori stanno pensando di mandare un messaggio che sia ancora più visibile per il pubblico da casa. Secondo quanto riportato da ESPN, sui tre campi che ospiteranno le partite di Disney World verrà dipinta la scritta "Black Lives Matter" all’interno delle linee che delimitano il campo da gioco, e lo stesso potrebbe essere realizzato anche in WNBA. Le giocatrici della lega femminile, inoltre, hanno suggerito ai colleghi della NBA di vestire maglie di riscaldamento con la scritta “Say Her Name” per mantenere viva l’attenzione sulle donne vittime della violenza della polizia, a partire da Breonna Taylor — uccisa dalla polizia lo scorso marzo mentre dormiva nella sua casa di Louisville, in Kentucky. Mentre diversi giocatori a partire da Lou Williams e Dwight Howard devono ancora sciogliere le loro riserve sul partecipare o meno al ritorno in campo, diverse giocatrici WNBA come Renee Montgomery e Natasha Cloud hanno già annunciato che non parteciperanno per concentrarsi sui temi della giustizia sociale. La NBA e la NBPA continueranno comunque a discutere diversi modi per mantenere viva l’attenzione sui temi caldi della politica e della società statunitense durante il ritorno in campo previsto per il 30 luglio.

NBA: SCELTI PER TE