Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, coach Clifford gela i Magic: "Markelle Fultz non è in condizioni per giocare"

NBA
©Getty

È entrato in ritardo nella bolla di Orlando (per "motivi personali"), ma ora si ritrova in ritardo di condizione e alle prese con una forma fisica tutt'altro che ideale. Insufficiente, secondo le parole del suo allenatore, "per disputare un 5-vs-5 in allenamento, figurarsi in partita"

Markelle Fultz è arrivato nella bolla di Orlando in ritardo, rispetto ai suoi compagni. “Motivi familiari”, dice lui senza raccontare di più, pur smentendo con forza le voci di una positività al Covid-19: “Non è così, ma sono abituato a leggere un sacco di bugie sul mio conto online”. Costretto a sopportare 36 ore di quarantena, allo scadere della 36^ il suo sms ha fatto sorridere tutti i compagni: “Sono libero”, ha scritto immediatamente. A tale annuncio sulla chat di squadra hanno fatto seguito una serie di messaggi “Free Kelle” che la dicono lunga sull’accoglienza dei compagni verso l’ex prima scelta assoluta, che nelle ultime 4 gare prima della sospensione sembrava aver ingranato una marcia in più: 17.5 punti, 5.5 assist, quasi 3 rimbalzi di media con anche un recupero, sfiorando il 60% al tiro. Fultz decisivo allora per le chance dei Magic di difendere il loro ottavo posto a Est (e magari insidiare una Brooklyn alle prese con un roster rivoluzionato)? Non proprio, almeno a sentire le parole di coach Steve Clifford, tutt’altro che ottimista sulle chance di poter contare fin da subito sul suo n°20 nelle gare di Orlando. “Non penso sia fisicamente pronto per scendere in campo”, dice il coach di “casa”. “Tutti i giocatori sono stati così a lungo lontani dai campi… ma per Markelle la situazione è diversa, per via del suo passato. Non ha la condizione fisica al momento per reggere un 5-vs-5, né in allenamento né tanto meno in partita”. D.J. Augustin e Michael Carter-Williams si sono spartiti i suoi minuti nella prima gara di allenamento disputata (e persa contro i Clippers), e coach Clifford non vede al momento vicino il momento del rientro in campo di Fultz: “Parlo quotidianamente con lo staff medico, e stiamo agendo con tutte le precauzioni del caso. Non mi sento malissimo - dice lui - ma ovviamente so di avere ancora del lavoro da fare”. Neppure poco, ad ascoltare il suo allenatore. Che certo vorrebbe averlo in campo per la ripartenza del campionato, ma che è tutt’altro sicuro di riuscirci.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche