Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Nurkic eroico, Portland batte Memphis: Lillard&Co vanno a sfidare LeBron e i Lakers

NBA
©Getty

Se doveva essere lo showdown tra due squadre affamate di playoff, non ha deluso: 60 punti in due per la coppia Lillard-McCollum (con il n°3 decisivo nel finale), dall’altra parte 35 (massimo in carriera) anche di Ja Morant ma fondamentale è stata la gara da 22 punti, 21 rimbalzi e 6 assist di Jusuf Nurkic, in lutto per la morte della nonna in Bosnia e ciò nonostante decisivo

PORTLAND TRAIL BLAZERS-MEMPHIS GRIZZLIES 127-122

IL TABELLINO

L'inizio è nel segno dell'equilibrio, anche se 11 dei primi 16 punti dei Blazers portano la firma nobile della coppia Lillard-McCollum, con Memphis comunque a contatto. L'attacco dei Grizzlies però va in rottura prolungata dopo un avvio ad alto ritmo e allora Portland allunga con decisione, con i primi canestri di Carmelo Anthony e anche una tripla con stile di Jusuk Nurkic che permette ai Blazers di doppiare i Grizzlies, 28-14. Memphis tira solo 8/25 nel primo quarto (32%) e quel che forse è peggio dimostra scarsa intensità in una gara senza futuro: i primi dodici minuti sono tutti della squadra dell'Oregon, che chiude davanti 31-19. Jonas Valanciunas però marchia a fuoco i primi minuti del secondo quarto: tutti suoi i 6 punti del 6-0 con cui Memphis prova a tornare a contatto. Insieme al lituano è Kyle Anderson a prendere in mano il ritmo (lento) della gara con le giocate decisive: con un gioco da tre riporta i suoi a -3 (33-30) e i Grizzlies sono di nuovo in partita. Il parziale di Memphis (con Lillard in panchina) è di 17-2, sufficiente a prendere il comando della gara, ma a interrompere la carestia Blazers ci pensa ovviamente Lillard: subito due triple al rientro in campo, per riprendere il possesso della gara. Un'altra tripla (la seconda per lui) la manda a bersaglio anche Nurkic, che centra già la doppia doppia per punti e rimbalzi nel primo tempo. È proprio il centro bosniaco di coach Stotts il dominatore del primo tempo del play-in: chiude la frazione con 15 punti e 17 rimbalzi in una metà gara che vede ben quattro Blazers già in doppia cifra (Lillard, McCollum e Anthony oltre a Nurkic). Morant però risponde colpo su colpo e mantiene in gara i suoi: sono 11 per lui all'intervallo e addirittura 16 per Valanciunas, ma Portland chiude avanti 58-52

Secondo tempo 

Fa ancora gara di testa in avvio di secondo tempo Portland, ma Memphis replica a 6 punti in fila di Lillard con i canestri di Dillon Brooks e non molla, tenendosi a stretto contatto. Una tripla dall'angolo di Brandon Clarke segna il sorpasso Grizzlies, che approfittano anche dell'assenza di Zach Collins, uscito per un problema alla caviglia. I due rookie  di coach Jenikins (Morant, ma soprattutto un Clarke scatenato, 4/5 da tre) confezionano una serie di giocate che tengono Memphis avanti e allora è ancora Lillard a replicare per Portland che però è sotto di 5 alla fine di un terzo periodo nel quale concede 42 punti, costringendosi a giocare di rincorsa gli ultimi dodici minuti. Memphis supera la boa dei 100 punti con 8 di vantaggio, ma 5 della coppia McCollum-Lillard riportano i Blazers a contatto (-3). Si va avanti così fino alle giocate decisive della gara, che vedono Morant ispiratissimo: il suo secondo tempo è da incorniciare, raggiunge (come Lillard prima di lui) quota 30 ma poi torna a fare la voce grossa sotto canestro un Nurkic monumentale (ma anche stanchissimo fisicamente). A deciderla però è CJ McCollum: una tripla e un canestro dopo un bellissimo uno-contro-uno danno lo strappo decisivo, poi perfezionato dall'unica tripla a bersaglio (1/6) di Carmelo Anthony. Vince Portland, che così si prende l'ottavo posto a Ovest e il "privilegio" di andare a sfidare LeBron James, Anthony Davis e i Lakers a partire da martedì nel primo turno di playoff.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche