Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Fertitta: "Nessuna smobilitazione, con Harden e Westbrook puntiamo ancora al titolo"

NBA
©Getty

Il proprietario degli Houston Rockets assicura che gli addii a Mike D'Antoni e Daryl Morey non significano assolutamente ricostruzione: "La nostra finestra temporale per puntare al titolo è ancora aperta. L'obiettivo è essere tra le prime quattro a Ovest: poi ci vuole un po' di fortuna"

Prima se n’è andato Mike D’Antoni. Poi è stato il turno di Daryl Morey. Qualcuno — in giro — pensa che James Harden dovrebbe cambiare aria, perché a Houston i Rockets stanno smobilitando. Nulla di più sbagliato, fa sapere il proprietario della squadra Tilman Fertitta ai microfoni di CNBC: “La nostra finestra temporale per puntare al titolo è ancora aperta, perché James [Harden] e Russell [Westbrook] hanno appena compiuto 31 anni. Non stiamo smobilitando — ha voluto sottolineare il n°1 dei Rockets — e la nostra volontà rimane quella di lottare per il titolo. Ho sempre detto che l’obiettivo dev’essere restare costantemente tra le prime quattro squadre di una conference — perché poi ci vuole un po’ di fortuna per arrivare in fondo e vincere. Se si guarda a qualsiasi stagione, chi vince ha sempre un po’ di fortuna”. Più che concentrarsi sulle perdite di D’Antoni e Morey (“Mi ha sorpreso — ammette — ma nel suo contratto aveva sempre una clausola di uscita, ogni anno”), Fertitta preferisce guardare a chi è ancora in maglia Rockets, convinto che col roster a disposizione Houston possa ancora nutrire grandi ambizioni: “Abbiamo James Harden, abbiamo Russell Westbrook e quasi il 90% del nostro salary cap impegnato per i loro contratti e per quello di Eric Gordon. Ma quando hai giocatori come Eric, P.J. (Tucker), James e Russell non c’è proprio motivo di smontare il proprio roster. Faremo le mosse che riterremo opportuno fare sul mercato per essere una delle migliori squadre a Ovest e per provare a vincere. Questo lo posso promettere, ai nostri tifosi: l’anno prossimo lotteremo ancora per il titolo”.

Tre nomi per il prossimo allenatore

leggi anche

Harden via da Houston? “Non in questo mercato”

Anche con un nuovo general manager (Rafael Stone) e un nuovo allenatore, ancora da scegliere: a guidare Harden, Russell e i Rockets verso l’ennesimo assalto al titolo dovrebbe esserci uno tra Jeff Van Gundy, John Lucas e Stephen Silas (oggi assistente a Dallas). La prime decisione della nuova coppia Fertitta-Stone è proprio questa.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche