Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Utah Jazz venduti per 1.66 miliardi di dollari a Ryan Smith, fondatore di Qualtrics

NBA
©Getty

La famiglia Miller ha deciso di vendere gli Utah Jazz e l’arena in cui giocano a Ryan Smith, fondatore di Qualdrics e tifoso della franchigia. Il prezzo riportato da ESPN è di 1.66 miliardi di dollari: i Miller lasciano dopo 35 anni di successi

Dopo 35 anni di proprietà, la famiglia Miller ha deciso di cedere gli Utah Jazz. La notizia riportata da ESPN era nell’aria da qualche tempo, specie dopo la scomparsa del capo-famiglia Larry e considerando l’età della moglie Gail, di 77 anni. I Jazz e la Vivint Arena, dove gioca la squadra, sono stati venduti a Ryan Smith, 40enne nato e cresciuto nello Utah e grande tifoso dei Jazz che ha fondato la società di software Qualdrics, venduta nel 2018 per la cifra di 8 miliardi di dollari. Smith ne ha dovuti sborsare 1.66 per prendere il controllo dei Jazz, una cifra considerevole, visto che il record è di 2.2 per gli Houston Rockets in epoca pre-COVID. Smith aveva già un rapporto di lunga data con la franchigia, collaborando per la realizzazione della “patch” filantropica sulla maglia che ha fatto guadagnare oltre 25 milioni nelle ultime stagioni. Per ufficializzare il passaggio di proprietà servirà l’approvazione definitiva del Board of Governors della NBA.

La storia della famiglia Miller ai Jazz

approfondimento

254 punti in una serie: Mitchell nella top-10

Si conclude così la storia dei Miller alla guida dei Jazz, che hanno salvato dalla bancarotta a metà anni '80 prima acquistandone la metà nel maggio del 1985 e poi la restante parte un anno dopo. Larry e Gail Miller hanno guidato la franchigia a 16 stagioni sopra le 50 vittorie, nove titoli divisionali e due titoli della Western Conference con la coppia Stockton-Malone nel 1997-98. Negli ultimi trent’anni, solo i San Antonio Spurs hanno un record migliore del 59.2% di vittorie dei Jazz, reduci da quattro apparizioni consecutive ai playoff con la coppia formata da Donovan Mitchell e Rudy Gobert. Tutta la struttura dirigenziale e di guida tecnica dovrebbe rimanere al suo posto: il presidente Dennis Lindsey, il General Manager Justin Zanik e l’allenatore Quin Snyder sono tutti sotto contratto a lungo termine, ma bisognerà vedere quali saranno le ambizioni del nuovo proprietario Smith per puntare ancora più in alto.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche