Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, lutto in casa Cleveland Cavaliers: LeBron James chiede giustizia su Twitter

NBA
©Getty

Uccisa a soli 37 anni con un colpo di pistola la sorella del direttore dello scouting dei Cavs Brandon Weems, grande amico di LeBron James e suo compagno di squadra al liceo a St. Vincent-St. Mary. Per questo la superstar oggi ai Lakers fa sentire la sua voce sui social, unendosi al cordoglio espresso anche dal GM dei Cavs Koby Altman

Solo 37 anni, tremendamente pochi per morire: e invece Ericka Weems, sorella del direttore dello scouting dei Cleveland Cavaliers Brandon Weems (grande amico di LeBron James), è stata trovato morta nel suo letto di casa ad Akron, Ohio, vittima di un proiettile sparatole alla testa. “La sorella di uno di quelli che considero un fratello è stata uccisa nel weekend. Vogliamo delle risposte, vogliamo sapere perché è successo e chi è stato. Il mio appello è per la città di Akron: mettiamoci al lavoro e troviamo il responsabile di questo orrendo, vergognoso e disgustoso crimine che ha tolto la vita a un angelo”, ha scritto la superstar dei Lakers su Twitter. Il fratello di Ericka, Brandon, era cresciuto con LeBron James, suo compagno di squadra al liceo di St. Vincent-St. Mary, a Akron, mentre alla madre — Brenda Lewis-Weems, madrina di LeBron al suo battesimo e  venuta a mancare nel 2006 — il giocatore allora ai Cavs aveva dedicato il suo debutto ai playoff (una tripla doppia da 32 punti, 11 assist e 11 rimbalzi contro Washington messa a segno il 22 aprile 2006, pochi giorni dopo la sua morte).

Chi sono i Weems, Brandon ed Ericka

leggi anche

Vittorie, record e titoli: gli obiettivi di LeBron

Se la missione di Ericka Weens era prendersi cura dei bambini (in un centro a West Akron), suo fratello Brandon — dopo una carriera collegiale minore — era entrato a far parte dell’organizzazione dei Cavs nel 2015 come scout proprio del mondo NCAA, prima di essere promosso a direttore dello scouting nel 2017: “Come organizzazione siamo tremendamente rattristiti dalla recente scomparsa della sorella di Brandon, Ericka”, sono le parole del general manager della franchigia dell’Ohio, Koby Altman, che dopo le sentite condoglianze promette: “Resteremo accanto a Brnadon in questo difficile momento e daremo assistenza e risorse per far sì che Ericka abbia giustizia”. Al momento la polizia di Akron non ha fermato nessuno per l’omicidio e non ha identificato nessun sospetto.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche