Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, LeBron James non dimentica: "Le parole di Kyrie su Durant mi hanno fatto male"

NBA
©Getty

"Mi sono sempre sentito il migliore in ogni squadra in cui ho giocato ma ora [ai Nets] mi guardo attorno e penso: 'Ehi, anche lui sa segnare quel tiro'". A inizio ottobre Kyrie Irving aveva voluto fare un complimento al suo nuovo compagno di squadra Kevin Durant, ma quelle parole non hanno fatto piacere a tutti. A cominciare proprio da LeBron James

“Questa è la prima volta nella mia carriera che mi ritrovo in campo con qualcuno e penso: ‘Hey, anche lui sa segnare questo tiro’”. Firmato Kyrie Irving, ma quel “qualcuno” non è LeBron James — il compagno di squadra più famoso che la point guard dei Nets abbia mai avuto — bensì Kevin Durant, con cui fra pochi giorni disputerà la sua prima partita in coppia a Brooklyn. Un commento fatto mesi fa, ma che ora proprio LeBron James ha voluto commentare, con una sola parola: “Damn!”, dannazione. “Ho chiamato il mio entourage e ho chiesto loro di spedirmi la trascrizione completa delle dichiarazioni di Kyrie”, ha rivelato “King” James. “E quando l’ho avuto in mano — Kyrie ha fatto quelle dichiarazioni al podcast di KD — non è che sia diventato matto o robe del genere, pensando a tutti i tiri che ho, ma sono rimasto comunque sorpreso, spiazzato: dannazione…”.

leggi anche

Irving attacca LeBron e poi fa marcia indietro

Di certo le parole del suo ex compagno ai Cavs non lo hanno lasciato indifferente, e LeBron spiega il perché. “Ho giocato con Kyrie per tre anni e in tutto quel periodo volevo una sola cosa: che lui potesse diventare l’MVP di questa lega. L’unica cosa che mi interessava è che avesse successo. I pianeti non si sono allineati nel modo giusto, non è stato MVP, ma abbiamo comunque vinto un titolo NBA — una cosa pazzesca, se ci pensiamo. Ho sempre voluto il suo bene, in campo e fuori: per questo le sue parole mi hanno fatto un po’ male”, ha ammesso molto umanamente il n°23 dei Lakers. Che a quel titolo del 2016 con i Cavs ne ha aggiunto un altro nella stagione appena conclusa. Mentre Kyrie deve ancora infilarsi un secondo anello al dito.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche