Please select your default edition
Your default site has been set

Mercato NBA, Dallas taglia JJ Barea: al suo posto Courtney Lee

MERCATO NBA
©Getty

I Dallas Mavericks hanno deciso di tagliare il veterano J.J. Barea, dando l’ultimo posto disponibile al training camp a Courtney Lee. I Mavs avevano firmato il 36enne portoricano con un annuale al minimo salariale come ricompensa per il suo ruolo nel titolo del 2011

Per certi versi a Dallas è la fine di un’era. Secondo quanto riportato da ESPN, i Mavericks hanno deciso di tagliare il veterano e idolo dei tifosi J.J. Barea, firmando al suo posto Courtney Lee per un posto al training camp della squadra. I Mavs avevano già in mente di tagliare Barea, che ha compiuto 36 anni, quando lo hanno messo sotto contratto con un annuale al minimo salariale da 2.6 milioni di dollari — una sorta di ricompensa per il suo ruolo nella squadra del titolo 2011 e come mentore dello spogliatoio negli ultimi anni, specialmente con Luka Doncic. I minuti da point guard di riserva dietro lo sloveno andranno soprattutto al rientrante Jalen Brunson e a Trey Burke, lasciando poco spazio a Barea — mentre Courtney Lee potrebbe tornare utile nelle posizioni di guardia e di ala nel corso della stagione, anche se le sue possibilità di “fare il roster” vengono considerate limitate.

La carriera di Barea con i Mavericks

approfondimento

Doncic trolla Barea: “Il biglietto baby è per te"

Barea ha giocato 11 delle sue 14 stagioni NBA con i Mavericks, ma è determinato a giocare questa stagione prima di ritirarsi e cominciare la sua carriera come allenatore. Nella scorsa stagione - rientrando dalla rottura del tendine d'Achille subita nel 2019 - ha disputato 29 partite con 7.7 punti e 3.9 assist di media in 15.5 minuti uscendo dalla panchina, come spesso ha fatto nel corso della sua carriera. Chiude la sua esperienza ai Mavs come quinto per presenze (637 partite disputate) alle spalle del solo Dirk Nowitzki e di tre leggende degli anni ’80 (Brad Davis, Derek Harper e Rolando Blackman), i cui numeri sono tutti ritirati dalla franchigia. Il proprietario Mark Cuban ha spesso ribadito che intende tenerlo con un ruolo nell’organigramma dei Mavericks quando la sua carriera sarà terminata, probabilmente nello staff tecnico di coach Rick Carlisle.