Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, LaMelo Ball sulle orme di Lonzo: 27 punti e i Bucks vanno ko

IL PROTAGONISTA

LaMelo Ball ha realizzato il suo massimo in carriera segnando 27 punti contro i Milwaukee Bucks, che giusto la sera prima ne avevano subiti sempre 27 anche da Lonzo. Per il rookie degli Charlotte Hornets ci sono anche 5 rimbalzi, 9 assist e 4 recuperi con 8/10 al tiro e 9/9 ai liberi, con un plus-minus clamoroso di +37. "È speciale e può solo migliorare" ha detto il suo allenatore James Borrego, che ora potrebbe schierarlo in quintetto

Dopo un inizio convincente e un paio di settimane di appannamento, LaMelo Ball ha ricominciato a brillare come non mai. Nella notte il rookie degli Charlotte Hornets ha realizzato il suo massimo in carriera segnando 27 punti contro i Milwaukee Bucks, pareggiando curiosamente quanto fatto da suo fratello Lonzo giusto la sera prima proprio contro Giannis Antetokounmpo e soci, sconfitti in due notti consecutive dai membri della famiglia Ball. LaMelo ha comunque impressionato tutti quanti: l’infortunio alla caviglia di Terry Rozier nel primo tempo gli ha regalato minuti nella ripresa e lui li ha sfruttati al meglio, come testimonia l’incredibile +37 di plus-minus realizzato nei 31 minuti in cui è rimasto in campo. Oltre ai 27 punti, frutto di un eccellente 8/10 al tiro con 2/3 dalla lunga distanza e 9/9 ai liberi, il candidato numero uno al premio di Rookie dell’Anno ha raccolto anche 5 rimbalzi, regalato 9 assist ai compagni (alcuni dei quali spettacolari per le schiacciate di Miles Bridges, autore di 11 punti dalla panchina) e recuperato 4 palloni con cui scatenarsi in contropiede, trascinando gli Hornets al parziale di 16-4 con cui hanno chiuso i conti contro una pretendente al titolo come i Bucks, firmando anche un fondamentale “and-one” resistendo al fallo di Khris Middleton. Proprio la capacità di finire al ferro e resistere ai contatti, uno dei principali limiti per le guardie al primo anno della lega, è l’aspetto più entusiasmante della partita di Ball, che in stagione riesce comunque a mantenersi sopra il 50% nelle conclusioni nell’ultimo metro di campo.

Borrego soddisfatto: "Può solo migliorare"

approfondimento

LaVar tuona: "LaMelo è scontento del suo ruolo"

Una prestazione incoraggiante che è stata elogiata anche dall’allenatore degli Hornets James Borrego: “In generale è stato molto aggressivo stasera” ha detto dopo la partita. “Non ha avuto paura di niente, ha attaccato l’area, è andato a prendersi i tiri liberi, ha fatto giocate per i compagni e ha messo pressione a Milwaukee per tutta la partita, e lo ha fatto mantenendo la calma. È un ragazzo speciale e può solo migliorare. Stasera si è gestito molto bene e ha controllato la partita, bilanciando aggressività e compostezza facendo sempre la giocata giusta”. Un aspetto da non sottovalutare, infatti, è che Ball ha commesso solo una palla persa in tutta la partita, dopo che in stagione sta viaggiando a 2.5 di media. Ciò nonostante, dopo la gara ha avuto il solito approccio “rilassato” davanti alle telecamere: “Affronto ogni partita nello stesso modo — andando in campo per dare il massimo con un alto livello di energia” ha detto. “Ho preso solamente ciò che la difesa mi ha lasciato”. E con Rozier che potrebbe rimanere fuori per qualche tempo, per lui potrebbero finalmente schiudersi le porte del quintetto — tranquillizzando anche il focoso papà LaVar, che solo poco tempo fa aveva attaccato Borrego per non dare spazio al figlio. Evidentemente, se questi sono i risultati, il coach di Charlotte sa come gestire il suo rookie delle meraviglie.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche