Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, lo show di LaMelo Ball (34 punti e career-high) incanta anche i Jazz. VIDEO

NBA
©Getty

Alla terza partenza in quintetto della sua stagione, la matricola degli Hornets fa segnare il suo nuovo career-high in una serata magica il cui unico neo resta la sconfitta di Charlotte, che deve piegarsi davanti alla miglior squadra NBA. Ma la prestazione del talento di Chino Hills impressiona tutti, dal suo allenatore agli avversari di serata

Ha già vinto il premio di rookie del mese per dicembre/gennaio; è già diventato il giocatore più giovane della storia NBA a mandare a segno una tripla doppia. Ma LaMelo Ball non ha certo finito di stupire. Contro Utah arriva il suo career-high, una gara da 34 punti che per una matricola degli Hornets sono il massimo dai tempi di un certo Alonzo Mourning nel 1993. E proprio Mourning, insieme a Larry Johnson e Rex Chapman, Ball raggiunge nel libro dei record di Charlotte tra i giocatori capaci di segnare così tanto nella loro stagione di esordio. Per il giovanissimo talento da Chino Hills, alla sola terza partenza in quintetto arriva una super prestazione da 14/27 al tiro (con anche un ottimo 4/9 da tre) condita da 8 assist, 4 rimbalzi e 2 recuperi, cifre che impressionano anche gli avversari di serata, a partire da Donovan Mitchell: “Non voglio mentire: mi ha davvero impressionato. Questo ragazzo fa sul serio. Mi son piaciute tantissimo non solo la sua capacità di creare gioco ma anche lo spirito competitivo che mette in campo e la gioia con cui gioca. Non penso ci sia stato un solo momento in cui non l’ho visto in campo col sorriso”.

vedi anche

Risultati e highlights di tutte le gare della notte NBA

Conferma anche Bojan Bogdanovic: “Gran giocatore, con davanti un futuro davvero luminoso. Oggi le sue letture sul pick and roll ci hanno fatto davvero male”. E se le cifre riportate sopra sono abbaglianti, l’allenatore di Ball, James Borrego, sceglie di sottolinearne un’altra ancora: “Zero palle perse”, fa notare. “E quando il rapporto con gli assist (8/0) è di questo tipo che il suo tiro entri o non entri è secondario, il suo impatto rimane comunque positivo”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche