Please select your default edition
Your default site has been set

Williamson&Ingram show, 30 a testa: non basta la tripla doppia di Jokic, Denver va ko

nba sundays

Si decide solo nel finale una gara che i Pelicans portano a casa grazie all'impatto delle loro due superstar, mentre dall'altra parte Jokic parte pianissimo (solo 4 punti con 2/4 al tiro nel primo tempo) ma poi chiude a quota 29 con 10 assist e 10 rimbalzi ma non salva i suoi Nuggets dalla prima sconfitta dopo tre vittorie in fila. Tredici minuti in campo, con 4 rimbalzi, 4 assist e 2 punti, anche per Nicolò Melli

RISULTATI E HIGHLIGHTS: LE GARE DELLA NOTTE

DENVER NUGGETS-NEW ORLEANS PELICANS 108-113 | IL TABELLINO

Il racconto del primo tempo 

Manca Lonzo Ball, fermato da un problema all'anca destra, in quintetto al suo posto Stan Van Gundy fa partire Nickeil Alexander-Walker. Denver parte meglio in attacco, in difesa schiera la zona e allora nei Pelicans vede campo già dal primo quarto Nicolò Melli subito positivo con un taglio a canestro e due punti rapidi. Nikola Jokic non si prende un tiro in tutto il primo quarto, ma l'altra superstar di coach Malone, Jamal Murray, mette invece già 10 punti a tabellone, ben spalleggiato in attacco da Michael Porter Jr, che ne ha 7 dei 30 segnati dai Nuggets, avanti di 8 al primo mini-break. Il canestro più bello del primo tempo porta la firma di Jaxson Hayes, che va in cielo per schiacciare e avvicinare New Orleans, che poi con due punti di Alexander-Walker - positivo il suo impatto - pareggia la gara a quota 36. Entra in partita sul finire del secondo quarto Zion Williamson: 8 punti in un niente per lui, come spesso accade al ferro, e i suoi canestri portano New Orleans davanti in un finale di tempo tutto targato Pelicans con un 7-0 di parziale che li manda in spogliatoio in vantaggio su Denver, 58-51. Sono 15 i punti di Williamson, 13 quelli di un ottimo Alexander-Walker, mentre dall'altra parte non ingrana Jokic (2/4 e solo 4 punti) ma i Nuggets ne hanno 14 da Will Barton e 12 da Murray.  

Il racconto del secondo tempo

Gli ospiti sembrano controllare anche in avvio di secondo tempo, ma una scossa ai padroni di casa la dà la schiacciata in alley oop di Jamal Murray, che riporta a -3 Denver. Arriva anche il sorpasso per i Nuggets, ma 7 punti in fila di Ingram riportano subito i Pelicans davanti, che chiudono il terzo quarto avanti solo di 3 (83-80) perché dall'altra parte Murray tiene in gara i suoi con 21 punti e Jokic si avvicina alla consueta tripla doppia dopo un terzo periodo da 6/8 al tiro. Si entra nel rush finale della gara con la partita in perfetto equilibrio, 92-92, perché Williamson (due errori ai liberi e un fallo in attacco) permette a Denver di rientrare in gara e Jokic con la tripla porta i suoi davanti di tre. Tutto apparecchiato per un gran finale: Denver torna ancora a zona, sono le superstar a firmare i canestri decisivi (tre in fila di Jokic da una parte, uno a testa di Ingram e Williamson dall'altra), ma la gara non si decide. Ci vogliono allora due errori consecutivi da tre dei Nuggets (prima Jokic, poi Murray) a suggellare la vittoria di New Orleans, come al solito trascinata dalla sua coppia magica: sono 30 sia i punti di Brandon Ingram alla fine (con 8 assist e 6 rimbalzi) che quelli di Zion Williamson (con 9/13 al tiro e 11/14 dalla lunetta) mentre chiude con 4 rimbalzi, 4 assist e 2 punti (con 1/4 al tiro) Nicolò Melli in 13 minuti Dall'altra parte c'è la tripla doppia di Jokic (25 dei suoi 29 punti nel secondo tempo, con 10 assist e 10 rimbalzi), 23 ne mette Murray e 17 Porter Jr..

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche