Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Durant e Conley vincono un Oscar da produttori per "Two distant strangers"

NBA

Dopo il successo di Kobe Bryant nel 2015 con "Dear basketball", nel mondo NBA si torna a festeggiare le scelte dell'Academy che ha assegnato l'Oscar come miglior corto (live action) a una storia che mette di fronte un ragazzo afroamericano e un poliziotto violento, co-prodotta anche dalle due superstar di Brooklyn e Utah

Si chiama “Two distant strangers”, e grazie a Sky Q è visibile anche agli abbonati Sky che possono vederlo all’interno della app di Netflix: c’è anche lui nella lista dei vincitori della 93^ edizione degli Academy Awards, conosciuti in tutto il mondo come gli Oscar del cinema. Ha vinto il premio per “miglior corto (live action)” ed è un racconto in stile “Il giorno della marmotta” — lo stesso evento continua a ripetersi nella vita del protagonista — firmato dalla coppia di registi Martin Desmond Roe and Travon Free, quest’ultimo un ex giocatore di basket a Long Beach State. Ma di giocatori — addirittura NBA — ce ne sono non uno ma due nella lista dei dieci produttori esecutivi del cortometraggio, e rispondono al nome di Mike Conley e Kevin Durant, il quale ha twittato tutta la sua felicità per il premio incassato da “Two distant strangers”. I due “stranieri” del titolo sono il protagonista (afroamericano) e un agente di polizia: i loro destini continuano a intrecciarsi mattina dopo mattina nei sogni di Carter (interpretato dal rapper brooklynese Joey Bada$$). Il protagonista, reduce da una bellissima notte di amore con una ragazza, non riesce a sfuggire a Merk (Andrew Award) e a far ritorno a casa dal suo cane, per via dei faccia-a-faccia (spesso drammatici) con il rappresentante della polizia.

approfondimento

Kobe Bryant ha vinto l'Oscar per "Dear Basketball"

Un tema ovviamente caldo, caldissimo in America per tutto l’ultimo anno, che ha visto ad esempio grandi tensioni anche per il verdetto nei confronti di Derek Chauvin, nel caso George Floyd, solo pochi giorni fa. Dopo il successo per il miglior corto animato targato Kobe Bryant nel 2015, per “Dear basketball”, il basket NBA torna a far notizia anche sul palcoscenico più importante al mondo quando si parla di settima arte.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche