Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Bradley Beal: 50 punti e infortunio. "Speriamo non sia nulla di grave"

VIDEO

Nello scontro diretto vinto da Washington a Indiana Bradley Beal ha realizzato la sua seconda miglior prestazione della stagione segnando 50 punti, ma è dovuto uscire a 21 secondi dal termine dei regolamentari per un doppio problema al bicipite femorale e alla caviglia. A portare a casa il successo ci ha pensato Russell Westbrook coi liberi e la stoppata decisiva nell'overtime, ma ora tutti aspettano il responso degli esami: "Speriamo non sia nulla di grave"

Nello scontro diretto tra Washington e Indiana per il nono posto a Est Russell Westbrook si è preso tutti i riflettori, non solo per la tripla doppia numero 181 della sua carriera (raggiungendo Oscar Robertson al primo posto ogni epoca) ma anche per i due liberi del sorpasso a un secondo dalla fine e la stoppata decisiva sul tentativo di Caris LeVert. Ma se gli Wizards sono arrivati a giocarsela al supplementare è per merito di Bradley Beal, che nei 48 minuti regolamentari ha segnato 50 punti — la sua seconda miglior prestazione stagionale, nonché la quinta gara da 50 punti della carriera. Merito di un sensazionale 19/31 dal campo (3/7 dalla lunga distanza) e un ottimo 9/11 ai liberi, tenendo a galla la squadra in una partita pazza che ha visto 11 parità e ben 33 avvicendamenti nella guida del punteggio, rimontando da -12 a metà ultimo quarto per forzare il supplementare grazie a 15 suoi punti.

Beal, doppio infortunio: esami nei prossimi giorni

approfondimento

Brooklyn vince a Denver, Beal e Curry show da 50

Un overtime a cui però Beal non ha potuto prendere parte, dovendo alzare bandiera bianca a 21 secondi dalla fine senza più rimettere piede in campo per un doppio infortunio — al bicipite femorale e alla caviglia. “Ho sentito un indurimento al muscolo all’inizio del secondo tempo, poi mi si è anche girata la caviglia… Ho provato a giocarci su, poi dopo un paio di tiri nel finale non ce l’ho più fatta” ha ammesso dopo la partita. “Voleva tornare in campo, ma anche i suoi compagni non volevano che rischiasse. Speriamo che non sia niente di grave” ha detto coach Scott Brooks. Tra i due problemi fisici quello più serio sembra essere il muscolo, che in questa stagione ha tormentato diverse stelle come Kevin Durant e James Harden. Beal si sottoporrà agli esami nei prossimi giorni per capire come procedere, con gli Wizards attesi lunedì ad Atlanta per continuare la loro rincorsa al miglior posto possibile nel torneo play-in. Se Beal non dovesse essere al 100%, però, le loro possibilità ne uscirebbero gravemente danneggiate.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche