Please select your default edition
Your default site has been set

NBA: "Pensavo di star fuori un anno", confessa Antetokounmpo: il racconto della sua gara-1

NBA
©Getty

In forse fino all'ultimo, autorizzato a scendere in campo solo pochi minuti prima della palla a due, la superstar dei Bucks gioca una partita convincente dal punto di vista tecnico e fisico, ma tira solo 11 volte nella sconfitta in gara-1 di Milwaukee sul campo di Phoenix. Una cifra che probabilmente deve cambiare in vista della seconda sfida 

È stato un lento ma regolare cammino verso quella che tutti i tifosi dei Bucks si auguravano più di ogni altra cosa: la presenza di Giannis Antetokounmpo in campo in gara-1. Da "doubtful" (in dubbio) a "questionable" (in forse) e poi - solo pochi minuti prima della palla a due - l'annuncio tanto atteso: il n°34 di Milwaukee sarebbe stato regolarmente in campo al via delle finali NBA. "Per qualche giorno non ho rivisto il video del mio infortunio - confessa Antetokounmpo alla fine di gara-1 - ma quando l'ho fatto ho temuto che avrei potuto restare fuori per un anno intero". Invece non è così, fortunatamente, e il greco è in campo fin dal primo secondo delle Finali NBA 2021. Il primo possesso, poi - un alley oop alzato per lui fermato solo da un fallo - ha messo in chiaro le condizioni fisiche del greco, abile e arruolato per guidare i suoi all'assalto all'anello. Il primo quarto conferma quanto visto nei primi secondi di gara: Antetokounmpo chiude con 3/4 al tiro, 8 punti, 5 rimbalzi e 2 assist i primi dodici minuti, e i dubbi sulle sue condizioni vengono spazzati via da un esordio folgorante: "Quello che è riuscito a fare, per recuperare ed essere in campo, è eccezionale", racconta Budenholzer, interrogato sul greco. Ed eccezionale poi è anche il gesto tecnico e atletico che Antetokounmpo regala nel secondo quarto quando va a stoppare Mikal Bridges in recupero, "mangiandogli" metri di vantaggio per inchiodargli il pallone al tabellone. Il greco di Milwaukee poi rallenta un po' nel terzo quarto, quando Budenholzer gli concede quattro minuti e mezzo di riposo, e i Suns vincono il quarto di 8 (35-27) portandosi sul +14. Antetokounmpo manda buoni segnali anche nel quarto e ultimo periodo di gioco (con 7 punti e soprattutto 5/8 ai liberi) - lasciando intuire che fisicamente le sue condizioni sono più accettabili ("Mi sono sentito bene", conferma lui alla sirena) ma neppure il suo sforzo da 20 punti e 17 rimbalzi (con 4 assist e 2 recuperi) serve a evitare ai Bucks la sconfitta in gara-1. 

leggi anche

Gara-1 è dei Phoenix Suns: le reazioni social

I suoi soli 11 tiri alla sirena finale (Middleton, Lopez e Holiday tirano tutti più di lui) sono forse l'unico dato che lascia perplessi: "Deve tirare almeno 20 volte a sera", dice Shaquille O'Neal commentando il boxscore di gara-1. Ed è probabile che sia così fin dalla prossima partita della serie. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche