Please select your default edition
Your default site has been set

Team USA, che disfatta in amichevole: storica vittoria della Nigeria 90-87

OLIMPIADI
©Getty

Nella prima delle cinque partite d’esibizione che la squadra americana disputerà come avvicinamento alle Olimpiadi di Tokyo, Team USA ha incassato la terza sconfitta subita in amichevole negli ultimi 30 anni, il primo storico ko contro una squadra africana: vince la Nigeria di Achiuwa, Vincent, Okpala e Okogie - umiliata nove anni fa a Londra e paziente nel prendersi la rivincita grazie a 20 canestri dalla lunga distanza

Una partita e un successo storico che vanno ben oltre il risultato di una gara d’esibizione giocata in preparazione delle Olimpiadi di Tokyo ormai alle porte. La Nigeria, guidata da Mike Brown e piena zeppa di giovani talenti NBA, ha battuto per 90-87 a Las Vegas il Team USA, trascinata da un’ottima difesa - al pari per atletismo alla potenza di fuoco americana - e scatenata in attacco grazie alle 20 triple mandate a bersaglio. Soltanto nove anni fa, alle Olimpiadi di Londra nel 2012, la Nigeria aveva subito dagli USA una sconfitta per 156-73, incassando così il peggior ko per margine nella storia dei Giochi. Un lunghissimo percorso di crescita completato in meno di un decennio, con protagonisti inattesi come Gabe Vincent - riserva dei Miami Heat e autore di 21 punti con 6/8 dall’arco: “Mike Brown sta facendo un lavoro clamoroso con noi: stiamo mettendo insieme una nuova cultura di pallacanestro, rifondando dalle basi un movimento che mostra già di raccogliere i suoi frutti. È tutto nuovo, ma non abbiamo limiti. Nelle gare amichevoli che il Team USA ha iniziato a giocare dal 1992 - l’anno del Dream Team di Barcellona - il record della squadra americana era di 54-2 prima della partita di questa notte contro la Nigeria, battuta nell’ultimo incontro d’esibizione per 110-66.

vedi anche

Team USA: con la Nigeria il primo test per Tokyo

Questa volta invece non sono bastati i 17 punti di Kevin Durant - impreciso con il suo 4/13 dal campo - i 15 realizzati da Jayson Tatum e i 14 di Damian Lillard. Anche a rimbalzo la Nigeria ha fatto meglio degli USA: 46-34 il risultato finale, con la squadra di coach Gregg Popovich che ha avuto l’opportunità di pareggiare i conti dopo un timeout a 13 secondi dalla sirena, senza riuscire però a trovare lo spazio per la conclusione prima che Zach LaVine subisse fallo a 3.5 secondi dal termine. Il giocatore dei Bulls ha fallito entrambi i tentativi a cronometro fermo, così come Precious Achiuwa dall’altra parte - protagonista della giocata più spettacolare del match: una clamorosa stoppata su Kevin Durant. A quel punto a Team USA sono rimasti soltanto 1.4 secondi per provarci, ma la preghiera partita dalle mani di Damian Lillard non è stata accolta, permettendo così alla Nigeria di diventare la prima squadra africana nella storia a battere gli americani in un match di pallacanestro (concedendosi il lusso di poter prendere in giro sui social anche Bam Adebayo, che avrebbe potuto scegliere la Nigeria e invece ha preferito il Team USA).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche