Please select your default edition
Your default site has been set

Mercato NBA, la lega indaga sulle trade Lowry e Ball per irregolarità: saltano gli scambi?

mercato nba
©Getty

Indagini in corso per verificare se i dirigenti di Miami e Chicago hanno contattato i due giocatori prima dell’inizio ufficiale del mercato NBA: nel caso venisse confermato il tempering per concludere lo scambio, Heat e Bulls rischiano fino a 10 milioni di dollari di multa, alla sospensione delle persone coinvolte e anche alla mancata validazione delle sign-and-trade - rimettendo così i due giocatori di nuovo sul mercato a disposizioni di tutti

Stando a quanto riportato da ESPN, la NBA ha aperto un’investigazione per violazione delle regole del mercato a carico di Chicago e Miami, sospettate entrambe di tempering nelle acquisizioni rispettivamente di Lonzo Ball e Kyle Lowry. Che cos’è il tempering? È quella pratica - comune in molti altri sport, severamente vietata in NBA - per la quale, nel corso di una trattativa di mercato, un dirigente e o una squadra interferiscono nel rapporto tra il giocatore e la franchigia con cui è (ancora) sotto contratto. La NBA sta indagando proprio su questo, esaminando eventuali contatti illegali tra i due giocatori - che a ridosso della deadline di mercato hanno cambiato squadra - e le franchigie con cui hanno trovato un accordo, arrivati prima della mezzanotte (ora italiana) dello scorso 3 agosto; la data ufficiale fissata per dare il via alle trattative tra giocatori svincolati e squadre interessate. I dirigenti della lega hanno notificato l’apertura di questa inchiesta ai diretti responsabili, agli agenti dei giocatori e ai direttori delle varie franchigie che sperano di dimostrare la non fondatezza di un'accusa del genere.

vedi anche

Free agency: tutte le firme e le trade in NBA

La NBA infatti ha previsto pene più severe per punire questi casi a partire dal 2019, aumentando il tetto massimo delle sanzioni fino a 10 milioni, arrivando anche alla sospensione del dirigente accusato di tampering, la perdita delle scelte al Draft e all’annullamento del contratto. Verranno controllate in maniera casuale anche le conversazioni dei GM delle franchigie, di cui si controllando le telefonate, i messaggi e le mail, alla ricerca di prove che potrebbero o meno confermare contatti e accordi fissati prima dell’inizio della free agency. Le tempistiche con cui sono state comunicate le due acquisizioni di Lowry e Ball infatti hanno destato dei sospetti: mettere in piedi una sign-and-trade è più complicato di un rinnovo ed è una trattativa che richiede maggior tempo e più discussioni e negoziazioni per essere portata a termine. Nei prossimi giorni si capirà dunque se Miami e Chicago potranno registrare formalmente le ultime trattative portate a termine o se verranno in qualche modo sanzionate dalla NBA. Lo scorso anno i Milwaukee Bucks sono stati puniti con la cancellazione della loro scelta al 2° giro al Draft 2022 (dopo che la trattativa per Bogdan Bogdanovic era già saltata, con il giocatore serbo passato poi agli Hawks). In questo caso invece i provvedimenti - nel caso venga accertata la responsabilità di Heat e Bulls - potrebbero essere più severi, mandando all’aria trattative concluse.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche