Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Timberwolves ancora imbattuti: ma chi si fida dell'avvio di stagione di Minnesota?

NBA
©Getty

Dopo due sole gare sono una delle nove squadre NBA ancora imbattute e possono vantare la miglior difesa NBA (91.5 punti concessi su 100 possessi). Ma la storia recente invita i tifosi dei T'Wolves a non lasciarsi andare troppo facilmente all'entusiasmo. E sono loro i primi a saperlo

Dopo le prime quattro giornate di NBA ci sono nove sole squadre ancora imbattute, quattro a Est e cinque a Ovest. Tra queste i Minnesota Timberwolves, che sono i più sorprendenti anche perché titolari lo scorso anno del peggior record (23 vinte, 49 perse) tra quelli compilati da queste nove squadre. Nel Minnesota, però, ci vogliono andare con i piedi di piombo prima di lanciarsi in grandi proclami, annunciando l'avvio di una nuova era. Certo, le prestazioni offensive di Karl-Anthony Towns e di Anthony Edwards lasciano ben sperare e la difesa messa in campo da coach Chris Finch è al momento la migliore di tutta la lega (91.5 punti concessi per 100 possessi). Timberwolves da corsa, allora? Calma e gesso, viene da dire. Per due motivi: a) si tratta per il momento soltanto di due partite e, soprattutto, b) è la storia recente a consigliare ai tifosi dei Timberwolves di non abbandonasrsi troppo presto a facili entusiasmi. Il perché? Presto detto: anche l'anno scorso Minnesota è partita con il piede giusto, con due vittorie (la prima in casa contro Detroit, la seconda addirittura in trasferta contro i Jazz) per poi però inanellare 7 sconfitte consecutive (o anche 29 ko nelle successive 34), chiudendo la stagione sotto il 32% di vittorie. Discorso molto simile due campionati fa: partenza addirittura migliore - tutte vinte le prime tre gare disputate - ma un'annata conclusa comunque con soli 19 successi a fronte di 45 sconfitte (per un record sotto il 30% di vittorie). Nel Minnesota, quindi, si festeggiano le due vittorie contro Rockets e Pelicans (non certo avversari irresistibili...) ma si aspettano nuovi e più impegnativi test, come quelli contro Milwaukee e Denver in arrivo dopo la rivincita contro New Orleans in programma lunedì 25. 

leggi anche

Anthony Edwards è cresciuto di 5 cm in un anno

E sono gli stessi tifosi dei Timberwolves i primi a esserne consapevoli, quando analizzano scherzosamente così "il ciclo" della loro squadra: a ottobre tutti convinti di essere forti, a fine aprile convinti che saranno forti l'anno successivo e in mezzo un lungo e gelido inverno (non solo per le temperature della città). A meno che Towns, Edwards e Russell non riescano nell'impresa di invertire definitivamente la rotta.