Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Klay Thompson incorona Jonathan Kuminga: "Un giorno questa squadra sarà sua"

PAROLE
©Getty

Dopo essersi guadagnato il posto in quintetto al posto dell’infortunato Draymond Green, il rookie Jonathan Kuminga si è meritato parole di elogio da parte di Klay Thompson, già suo veterano di riferimento: "Quanti 19enni possono giocare sopra il ferro e fare una doppia doppia come lui? Sono super eccitato per il suo futuro: un giorno sarà la sua squadra e diventerà uno dei migliori giocatori della lega"

C’è chi in giro per la lega vede i Golden State Warriors pronti a capitalizzare sulla chance di titolo che si sono creati cedendo i giovani presenti a roster per giocatori pronti a dare una mano subito. Ma internamente questo discorso non sta venendo preso in considerazione, quantomeno per quanto riguarda Jonathan Kuminga. Il rookie scelto con la numero 7 all’ultimo Draft sta convincendo tutti partita dopo partita, tanto che coach Steve Kerr — dopo aver utilizzato Juan Toscano-Anderson, Gary Payton II e Otto Porter Jr. — ha deciso di sostituire l’infortunato Draymond Green mettendo in quintetto proprio Kuminga. "Con Draymond fuori, ci è sembrato un buon momento per far giocare JK con Steph, Klay e Looney" ha detto l’allenatore di Golden State. "È un’ala naturale con grandi dimensioni che può giocare anche da 5 nei quintetti piccoli. Difensivamente può marcare qualsiasi tipologia di giocatore. Vogliamo dare un’occhiata a come si comporta insieme ai titolari… Se lo è meritato". Kuminga ha cominciato la partita contro Detroit prendendosi subito il compito più difficile, quello di marcare Cade Cunningham, ma si è destreggiato bene (al netto di alcuni falli evitabilissimi, chiudendo con 5) e in attacco ha segnato un paio di triple, viatico cruciale per la sua evoluzione. In generale ha chiuso con 12 punti e il suo massimo in carriera da 10 rimbalzi in poco meno di 25 minuti, dopo averne messi 19 nella trasferta precedente a Minneapolis.

Klay pazzo di Kuminga: "Sarà uno dei migliori in NBA"

approfondimento

Golden State torna a vincere, Towns spegne il MSG

Soprattutto Kuminga sembra già essere entrato nelle grazie di Klay Thompson, suo veterano di riferimento (a cui è costretto a portare in giro la scacchiera come "compito da rookie") e suo primo sostenitore. "Quanti 19enni ci sono che possono giocare sopra il ferro come lui? E quanti possono andare in campo e produrre una doppia doppia del genere? Sono super eccitato per il suo futuro: un giorno questa squadra sarà sua, o sarà comunque una parte fondamentale di questa franchigia. Per me diventerà uno dei migliori giocatori di questa lega. Alcuni dicevano che era grezzo, ma ha un sacco di skills. Sa tirare da tre, può schiacciare in testa a chiunque. È un atleta incredibile". Parole di un certo rilievo, ma che sintetizzano il pensiero di molti all’interno della squadra, a partire dalla proprietà che vede in lui, Moses Moody e James Wiseman i tre pilastri attorno ai quali costruire i prossimi grandi Warriors.