Please select your default edition
Your default site has been set

Banchero n°1 al Draft NBA 2022: il video della scelta da parte di Orlando | Sky Sport

NBA
©Getty

Clamoroso sorpasso di Paolo Banchero, da molti dato fino a poche ore dalla chiamata alla n°3 del Draft: il giocatore di Duke (con passaporto italiano) viene scelto dagli Orlando Magic davanti a tutti, diventando il primo Blue Devil da Zion Williamson nel 2019 a venire selezionato con la prima chiamata assoluta

L'insider di ESPN Adrian Wojnarowski lo aveva anticipato negli ultimi minuti prima della chiamata ufficiale dal palco di Adam Silver, poi il sogno è diventato realtà: Paolo Banchero è la prima scelta assoluta al Draft 2022, selezionato dagli Orlando Magic davanti a Chet Holmgren (n°2 a Oklahoma City) e Jabari Smith (3° a Houston). Per il giocatore con passaporto italiano in uscita da Duke un risultato assolutamente sorprendente, come ha confessato lui stesso nelle prima parole rilasciate da giocatore NBA. "Non riesco a credere a quello che è appena successo. Non avrei mai pensato che potesse succedere, è incredibile, e ora sono davvero senza parole". Ne trova qualcuna per ringraziare Duke University e gli insegnamenti ricevuti da coach Krzyzewski, "la persona che mi ha fatto diventare uomo, in un anno passato lontano da casa, lontano dalla mia famiglia. Mi ha ripreso quando dovevo essere ripreso, mi ha incoraggiato quando ho fatto bene: gli devo tanto". Poi, alla prima conferenza stampa da giocatore NBA, aggiunge: "Voglio portare una mentalità vincente, una grande etica del lavoro, sono pronto a mettermi al lavoro coi miei nuovi compagni. Non potrei essere più contento di essere un membro degli Orlando Magico. Questo è uno dei momenti più belli della mia vita, sono felicissimo". 

I retroscena della scelta raccontati da Banchero

approfondimento

Chi è Paolo Banchero, nuovo talento azzurro in NBA

Se la prima chiamata assoluta è stata una sorpresa per molti, tra questi molti si può tranquillamente inserire anche Paolo Banchero stesso: "Cinque minuti prima della scelta il mio agente mi ha detto 'Tieniti pronto a tutto', anche se non era ancora sicuro di nullo. Poi, 20-30 secondi prima che la chiamata arrivasse, mi ha detto: 'Congratulazioni'. A quel punto lo sapeva". E così il prodotto di Duke ha saputo che avrebbe sentito il suo nome pronunciato per primo. Le idee sul suo futuro nella lega sembra averle chiare: "Voglio essere un leader per i Magic, ma voglio farmi accettare dai miei compagni, voglio imparare da loro". Così come chiare sono anche le aspettative: "Mi aspetto di avere una grande annata, ci saranno alti e bassi, non andrà sempre tutto benissimo ma ho fiducia in me"