Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, 59 di Embiid contro Utah: come lui solo Wilt e Iverson nella storia dei 76ers. VIDEO

NBA
©Getty

Il centro dei Sixers firma il suo massimo in carriera e ci aggiunge 11 rimbalzi, 8 assist e 7 stoppate, una prestazione mai mandata a libri prima da quando la NBA conta il numero di stoppate (1973-74). Nel quarto quarto della gara contro i Jazz, Embiid segna 26 dei 27 punti della sua squadra: "Mai visto una prestazione così dominante", dice coach Rivers

Dire una prestazione che entra nella storia stavolta non è un'eserazione: contro Utah Joel Embiid si regala una serata da massimo in carriera con 59 punti ma ci aggiunge anche 11 rimbalzi, 8 assist e 7 stoppate (ma anche zero palle perse). Da quando è stato introdotto il conteggio di queste ultime (nella stagione 1973-74) nessuno mai aveva avuto una gara con almeno 50 punti, 10 rimbalzi, 5 assist e 5 stoppate, in una prestazione che ha visto il centro di Philadelphia segnare 26 dei 27 punti di squadra nel quarto quarto. Se i 59 punti sono il massimo da lui mai realizzato nel corso della sua carriera (dopo averne messi 42 nella gara precedente contro Atlanta), Embiid diventa titolare della quinta miglior prestazione realizzativa nella storia dei 76ers, dietro soltanto a una tripletta di Wilt Chamberlain (68, 65 e 62 punti segnati tra il 1966 e il 1967) e ai 60 mandati a segno da Allen Iverson nel febbraio 2005. 

VIDEO

Embiid, 59 punti ma 4 liberi sbagliati. Maxey: "Fai schifo!"

"Sono due leggende per cui ho grandissimo rispetto - ha dichiarato Embiid - per cui essere in loro compagnia per me è un grande onore". "Non ho mai visto una prestazione così dominante se si sommano tanto l'attacco quanto la difesa", ha commentato invece il suo allenatore, Doc Rivers. Embiid ha chiuso la sua serata magica con 19/28 dal campo e 20/24 dalla lunetta, mandando anche a segno una delle cinque triple tentate. Non accadeva dal 2019 (quando l'8 novembre Lillard aveva segnato 60 dei 115 punti dei suoi Blazers) che un giocatore segnasse più della metà dei punti della propria squadra. Anche per questo i cori di "MVP, MVP" da parte del pubblico di Philadelphia per Embiid sono stati assolutamente meritati.