Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, un altro "trentello" e un altro canestro decisivo per Shai Gilgeous-Alexander. VIDEO

NBA
©Getty

La corsa dei Denver Nuggets (9 vittorie in fila, 14 successi interni consecutivi) si arresta di fronte all'ennesima prodezza della stellina di OKC, che segna il canestro decisivo a 9.2 secondi dalla fine con freddezza e precisione. Un altro highlight in una gara da 34 punti per quello che oggi è il quinto miglior realizzatore NBA e (ormai) un sicuro All-Star

Un'altra gara vinta (la settima nelle ultime nove gare), un altro "trentello" (il 28° di questa stagione), un altro canestro decisivo (stavolta per fermare la squadra più calda della NBA): Shai Gilgeous-Alexander è il nome "nuovo" più caldo di questa stagione NBA, un fortissimo candidato al premio di giocatore più migliorato e ormai una quasi certezza per l'All-Star Game di Salt Lake City. Contro Denver, nella notte, è stato il suo canestro appoggiato al tabellone a 9.2 secondi dalla fine (facendo saltare sulla finta Aaron Gordon) a consegnare la vittoria ai Thunder, ma più ancora dei singoli exploit - ci sono anche state tre gare da oltre 40 punti in stagione - è la regolarità con cui il prodotto di Kentucky sta disputando una stagione sotto ogni punto di vista straordinaria che impressiona di più. Viaggiando a 30.6 punti di media Gilgeous-Alexander è il quinto miglior marcatore dell'intera NBA e mese dopo mese le sue statistiche raccontano di un campione che ormai è una certezza assoluta per OKC: 31.0 punti (7 rimbalzie  5 assist) con il 50% al tiro a ottobre; 31.1 con il 51.1% a novembre; 30.5 con il 49% a dicembre; 30.2 con addirittura il 55% dal campo in questo mese di gennaio

Il suo allenatore: "Sempre in controllo, anche sotto pressione"

vedi anche

OKC beffa i Clippers: tripla di SGA sulla sirena

E allora le parole del suo allenatore Mark Daigneault arrivano perfette a dipingere i contorni della stagione della consacrazione di "SGA": "È sempre sotto controllo: nei momenti decisivi è come se la partita rallentasse davanti ai suoi occhi ma lui gioca sempre al suo ritmo, anche nelle situazioni di maggior pressione. Ha grandissima fiducia nei suoi mezzi".