Olimpiadi invernali Corea 2018: i risultati di domenica 11 febbraio. Gerard, primo oro per un millennial

Olimpiadi

Lo statunitense Gerard diventa il primo Millennial a centrare un oro ai Giochi invernali. Arriva dal biathlon la prima medaglia azzurra a PyeongChang, grazie al terzo posto nella 10 km sprint di Dominik Windisch. Carolina Kostner, seconda nel corto della prova individuale, trascina in finale l'Italia nel Team Event di pattinaggio di figura. Spostata al 15 febbraio la discesa maschile di sci alpino. Tutti gli aggiornamenti LIVE su Sky Sport 24, ogni giorno, dalle 8

IL RACCONTO DELL'8^ GIORNATA

COSI' GLI AZZURRI L'11 FEBBRAIO

TUTTI I RISULTATI - IL MEDAGLIERE - IL CALENDARIO: DATE E ORARI ITALIANI

FOTO: LA FESTA PER IL BRONZO DI WINDISCH - HOCKEY FEMMINILE, CHE SCAZZOTTATE

Ore 14.50, freestyle: Perrine Laffont trionfa nelle moguls

Perrine Laffont è la nuova campionessa olimpica di moguls, disciplina di sci freestyle. La francese ha vinto con 78.65 punti, posizionandosi avanti a Justine Dufour-Lapointe per appena 9 centesimi. Medaglia di bronzo per Yulia Galysheva.

Ore 14.40, Sci di fondo. Pellegrino: "Voglio il podio"

"Voglio una medaglia e proverò a vincerla a partire dalla sprint a tecnica classica. Sono pronto, ho tanta voglia di correre. E' una pista - spiega - che mi piace parecchio. E' molto dura ma non lunga. Sarà importante il gioco di tattica, anche per il forte vento che è previsto".

Ore 14.30. Slittino: Fischnaller, la medaglia sfuma per due millesimi

L'azzurro Dominik Fischnaller ha sfiorato di un soffio il podio nello slittino individuale ai Giochi Olimpici di PyeongChang. E' arrivato quarto per due millesimi, dietro all'austriaco David Gleirscher (oro), allo statunitense Chris Mazdzer (argento) e al tedesco Johannes Ludwig (bronzo). Settimo Kevin Fischnaller che ha commesso un errore nell'ultimo round.

Ore 14.20, curling: la Norvegia supera la Cina e va in semifinale

La Norvegia è l'ultima semifinalista del torneo doppio misto di curling alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang (ha battuto la Cina 9-7). La Norvegia affronterà il Canada nella prima semifinale, Svizzera-OAR è l'altra sfida.

Ore 14.15, Malagò: "Una medaglia inattesa: è stato fantastico"

"La medaglia più inattesa, è stato fantastico con una gara complicatissima, condizionata dal vento. Bel risultato per l'Italia e per per questo sport che è in grande crescita". Giovanni Malagò fa festa per il bronzo di Dominik Windisch che rompe il ghiaccio nel secondo giorno di gare ai Giochi di PyeongChang. "Magari ci saranno sorprese sia in positivo che in negativo ma la federazione ha lavorato bene. Negli sport invernali non potremmo essere come la Norvegia o il Canada ma sono pochissime le nazioni che a livello invernale possono andare a medaglia. Noi ci siamo".

Ore 14.00, Windisch: "Il bronzo mi ripaga di una vita di sconfitte"

"Questa è una medaglia di squadra, mia e di tutti quelli che hanno lavorato con me in questi anni, anche quando le vittorie non venivano. Ho avuto tantissime sconfitte, più sconfitte che vittorie, per questo devo godermi questo momento speciale. Ora devo concentrarmi per la prossima gara, devo cercare di dormire bene stanotte, sarà difficile con tutte queste emozioni. Non vedo l'ora di avere la medaglia in mano, è un'emozione grandissima".

Ore 13.18, biathlon: WINDISCH MEDAGLIA DI BRONZO NELLA 10 KM SPRINT

Arriva alla terza giornata di gare la prima medaglia per la spedizione azzurra: la conquista Dominick Windisch nella 10 km sprint di Biatlhon. L'atleta di Brunico ha concluso la sua gara in 23:46.5, a 7''7 dal vincitore, il tedesco Arnd Peiffer. Medaglia d'argento per il ceco Michal Krcmar.

Ore 13.15, slittino terza manche: Kevin Fischnaller è sotto il podio

Nella terza delle quattro manche dello slittino uomini, Kevin Fischnaller è risalito dal sesto al quarto posto. L'azzurro si trova a 173 millesimi dal terzo posto, occupato dall'austriaco David Gleirscher, mentre il secondo posto di Chris Mazdzer (Usa), autore del record della pista, è a 189/1000. Loch è primo. E' risalito dall'11° posto al 7° posto Dominik Fischnaller, cugino di Kevin. Ha perso una posizione invece Emanuel Rieder, ora 15°.

Ore 12.30, Fill: "Peccato per il rinvio"

"Era impossibile fare la gara oggi, infatti non è andata nemmeno la cabinovia, per questo è stata l'unica decisione da prendere. Peccato perché abbiamo perso un po' il nostro programma, ora tutto è più ravvicinato, ma la decisione è più che giusta. L'importante è che possiamo fare le nostre gare, il giorno di pausa dopo la combinata ci vorrà, soprattutto per me, perché quest'anno soffro un po' di mal di schiena. Poi ci sarà la discesa e subito dopo il SuperG. Vediamo, sicuramente sarebbe stato meglio con un po' di intervallo in mezzo, ma la prendiamo così".

Ore 12.00, Paris: "Bisogna rischiare senza esagerare"

"La gara rinviata? E' stato meglio così, conta molto la sciata. E' una bella pista, ma non sarà facile. Non ci sono punti chiave dove poter rischiare di più. Dalla partenza fino al traguardo deve essere tutto giusto. Bisogna rischiare, ma senza superare i limiti".

Ore 11.30, hockey femminile: vincono gli Usa e il Canada

Le americane vincono per 3-1 contro la Finlandia dopo lo svantaggio iniziale. Decisivo il secondo tempo che ha ribaltato le sorti della gara. Successo anche per il Canada che batte l'OAR per 5-0.

Ore 10.30, Zorzi: "Klaebo è fortissimo"

"Klaebo è fortissimo. Il segreto? Ha portato una tecnica nuova. Riesce a correre con gli sci senza inciampare. Tanti provano a copiarlo, ma non è semplice. Ci ho provato anche io, ma i miei tempi sono finiti".

Ore 10.15, Innerhofer: "Nelle prove mi sono difeso bene"

"La discesa è diversa, c'è più velocità: questo è un aspetto favorevole alla mia sciata. Nelle prove mi sono difeso bene. E' una gara secca, può succedere di tutto. Io sto bene, so come affrontare questi momenti".

Ore 10.10, Nadia Fanchini: "Mi giocherò tutte le carte"

"Arrivare il giorno della gara senza conoscere la pista non è semplice. Ma questo non si può cambiare. Malagò? Onorata dalle sue parole. Mi dispiace che non ci sia mia sorella, ma la sua forza mi aiuterà. Voglio giocarmi le mie carte".

Ore 10.00, speed skating: oro per Kramer

Ennesima medaglia d'oro per l’olandese Sven Kramer (al terzo oro olimpico in questa specialità, cosa mai riuscita a nessuno nello speed skating), argento per il canadese Ted-Jan Bloemen, bronzo al norvegese Sverre Lunde Pedersen. Gli italiani: 8° Tumolero, 19° Ghiotto, 20° Giovannini. 

Ore 9.00, slittino: prove libere del doppio

Al termine della seconda prova, sono al comando, a pari merito, i tedeschi Toni Eggert/Sascha Benecken e gli austriaci Thomas Steu/Loren Koller con il tempo di 46.421. Buona la prova degli azzurri Nagler e Malleier che si piazzano al quinto posto (a 298 millesimi dalla vetta) davanti a Wendl/Arlt (a 0.336). Soltanto dodicesimi Rieder/Rastner (a oltre sette decimi).

Ore 8.50, maltempo: a rischio gigante donne

A causa del forte vento sono a rischio di rinvio le prossime gare di sci alpino dei Giochi Olimpici di PyeongChang. A partire dallo slalom gigante femminile, in programma alle 3 italiane di questa notte al Yongpyong alpine centre. L'allenamento di rifinitura delle azzurre (Brignone, Goggia, Bassino e Moelgg) è stato posticipato di un'ora proprio a causa del maltempo. A rischio anche la combinata uomini in calendario martedì alle 7 al Jeongseon sport centre.

Ore 8.30, skiathlon maschile: oro per Krueger

Medaglia d'oro per Krueger nello skiathlon maschile (15 km a tecnica classica e 15 km a tecnica libera), al primo posto di un podio tutto norvegese. Argento per Sundby e bronzo per Holund. Indietro gli azzurri: il primo degli italiani è De Fabiani, 20esimo. Giandomenico Salvadori 26/o, Dietmar Noeckler 37/o e Sergio Rigoni 48/o.

Ore 7.40, Kostner: "Orgogliosa di rappresentare l'Italia"

"Non ho mai dato per scontato di esserci a questi Giochi, ho dovuto lottare e per questo c'è tanta soddisfazione". Carolina Kostner non ha lacrime da trattenere stavolta, è sorridente e dice di essere "felice e grata" dopo aver esordito sui pattini nella prova individuale del Team Event del pattinaggio ai Giochi di PyeongChang. "Avere delle buonissime sensazioni, nel ritmo e nei salti - racconta la campionessa del ghiaccio - fa molto piacere e anche se la combinazione iniziale dei salti non era perfetta la prendo con ironia, sono qui e sono contenta. Orgogliosa di rappresentare il mio Paese". 

Le gare della notte

Il Team Event di pattinaggio di figura con Carolina Kostner già in forma da medaglia che guida l'Italia, il nuovo calendario dello sci alpino dopo la discesa annullata a causa del vento e il primo oro di un Millenials ai Giochi Olimpici invernali. Come al solito la notte italiana ha riservato molte emozioni alle Olimpiadi di PyeongChang. 

Pattinaggio di Figura, Team Event: sogno podio per l'Italia

L'Italia è a un solo punto dal podio virtuale nel Team Event di pattinaggio di figura, quando alla fine mancano ancora tre prove. Dopo l'ottima prestazione di Cappellini-Lanotte e la dimostrazione di forza di Carolina Kostner, è toccato a Valentina Marchei e Ondrej Hotarek, che sulle note della colonna sonora di Amarcord di Nino Rota, hanno chiuso al secondo posto il libero coppie. Gli azzurri hanno totalizzato 138.44 punti (72.02, 67.42 con un punto di deduzione), realizzando anche il nuovo record italiano. Con il secondo posto dietro ai canadesi Duhamed-Radford, la coppia italiana trascina la squadra azzurra al quarto posto in solitario, a una sola lunghezza dagli Stati Uniti terzi. Decisive dunque le ultime tre prove di programmi liberi, previste per la notte tra domenica e lunedì. Questa la classifica al termine della seconda giornata del Team Event: Canada 45, OAR 39, Usa 36, Italia 35, Giappone 32. La medaglia resta un'impresa molto difficile, ma non impossibile.

Pattinaggio di Figura, Team Event: Kostner show

Show di Carolina Kostner nel programma corto femminile del Team Event. Il fenomeno azzurro, già bronzo nell'individuale a Sochi 2014, ha debuttato alla grande in Corea del Sud piazzandosi seconda con 75.10 punti (36.96 elementi tecnici e 38.14 per le componenti del programma), dietro alla russa Evgenia Medvedeva e consentendo alla squadra azzurra di agganciare il Giappone a 26 punti (ma la classifica vede quarti gi asiatici), con il terzo posto occupato dagli Stati Uniti distante appena tre lunghezze. Grazie all'altoatesina, l'Italia ha superato il taglio del Team Event che le ha consentito di accedere al programma libero. Carolina ha realizzato una prova praticamente perfetta, ad eccezione di un piccolo errore sul primo salto, precedendo la canadese Kaetlyn Osmond, la giapponese Satoko Miyahara e la statunitense Bradie Tennell.

Pattinaggio di Figura, Team Event: bravi Cappellini-Lanotte

Alla Gangneung Ice Arena Anna Cappellini e Luca Lanotte avevano chiuso il proprio corto con 72.51 punti (con deduzione di un punto, 37.31 elementi tecnici e 36.20 per le componenti del programma) conquistando il quarto posto tra le coppie danza dietro a Canada, Stati Uniti e OAR (Olympic Athlete from Russia). Ciò ha consentito all'Italia Team di recuperare due posizioni in classifica generale dopo il corto coppie artistico e il corto maschile (era settima) e di raggiungere il quinto posto. Come da pronostico, a comandare la short dance sono stati i canadesi Tessa Virtue e Scott Moir, (80.51 punti, con 41.61 di technical elements e 38.90 di components), davanti agli statunitensi Maia Shibutani ed Alex Shibutani con 75.46 punti, che hanno preceduto i russi Ekaterina Bobrova e Dmitri Soloviev (74.76).

Sci alpino, discesa rinviata a giovedì

La discesa olimpica maschile, in programma oggi e rinviata a causa del forte vento, è stata spostata dal Comitato Organizzatore a giovedì 15 febbraio, sempre con inizio alle ore 11 (le 3 italiane), rinviando contestualmente il SuperG dal 15 al 16 febbraio (allo stesso orario).

Snowboard, prima medaglia di un Millenial

Il primo oro degli Stati Uniti a PyeongChang 2018 coincide con un momento storico delle Olimpiadi. Redmond Gerard, classe 2000, diventa il primo Millenial a portare a casa un titolo olimpico ai Giochi invernali e lo fa vincendo la gara dello slopestyle di snowboard. Lo statunitense, attuale leader di Coppa del Mondo (dove ha già conquistato due gare) è entrato nella storia grazie a una terza run eccezionale e all'87.16 che gli ha consentito di precedere di 1.16 il canadese Max Parrot. Podio completato da un altro canadese, Mark McMorris (85.20). 

Snowboard, annullate qualificazioni slopestyle donne

Il vento coreano ha fatto un'altra vittima illustre dopo la discesa libera maschile di sci alpino. I commissari hanno infatti deciso di cancellare le qualificazioni della prova di slopestyle femminile dello snowboard, in programma al Phoenix Snow Park. Probabile uno slittamento a lunedì delle manche che dovranno decidere le 12 finaliste. 

Curling misto, Svizzera, Canada e OAR in semifinale

Decise le prime tre semifinaliste del torneo di curling misto: Canada, Svizzera e OAR. Per conoscere l'ultima qualificata alle semifinali bisognerà invece attendere il mezzogiorno italiano, quando si giocheranno il pass allo spareggio Cina e Norvegia. Il Canada ha vinto il round robin grazie al successo per 7-3 ottenuto sulla Corea, dunque eliminata. La Svizzera e OAR si affronteranno in semifinale, con lo scontro diretto della notte che è stato vinto dagli elvetici 9-8. La Cina ha battuto la Norvegia per 9-3, assicurandosi lo spareggio proprio contro gli scandinavi, mentre in un match inutile ai fini della classifica la Finalandia ha sconfitto gli USA 7-3.

Cio, 2.500 controlli antidoping ai Giochi

Durante i Giochi Olimpici di Pyeongchang verranno effettuati circa 2.500 controlli antidoping sugli atleti. Lo ha detto il direttore medico del Cio, Richard Budgett, durante una conferenza stampa al Media press centre. "I controlli - ha aggiunto - saranno circa 1.900 sulle urine e gli altri sul sangue. E' importante fare questi esami durante i Giochi ma è più importante avere un piano su tutto l'anno. I campioni sono conservati per 10 anni e possono essere riesaminati in qualsiasi momento se subentrano dubbi su un atleta. Dopo Pechino e Londra - ha proseguito Budgett - il sistema è stato affinato ed è più efficace. Per quanto riguarda il problema dei flaconi, sono stati sostituiti 4.000 kit, questi sono più difficili da manipolare, e sono state adottate altre misure come la videosorveglianza nei laboratori e la verifica su tutto il viaggio dei campioni". Vi sarà un'attenzione particolare sugli atleti russi? "Volevamo atleti russi integri - ha detto Budgett -. Abbiamo fatto controlli 'intelligenti' in base a sport e passato di ciascuno. Su di loro c'è stata comunque una maggiore attenzione". 

Meteo, previsioni: fino a -25°C e vento forte nei prossimi giorni

Vento fino a 20 metri al secondo e temperature fino a -25 gradi: sono le previsioni meteo per i prossimi giorni che sono state fornite dal comitato organizzatore durante un 'briefing' al Media press centre. "Oggi avremo temperature tra i -6 e i -18 gradi - ha detto Sung Baik You, portavoce del Pocog - e farà freddo almeno fino al 14 febbraio".

Bandiere Corea del Nord, imbarazzo del Cio

C'è forte imbarazzo all'interno del Cio per la presenza di bandiere nordocoreane sugli spalti dei siti dove si stanno svolgendo le gare dei Giochi di Pyeongchang. "La bandiera ufficiale - ha detto Mark Adams, portavoce del Cio, al Main press center - è quella che ha sfilato durante la cerimonia di inaugurazione, approvata dall'accordo del 23 gennaio a Losanna. Per tutte le altre situazioni esamineremo caso per caso. Non possiamo dire ora cosa faremo". "La bandiera della Nord Corea non dovrebbe essere sulle tribune - ha aggiunto Sunk Baik You, portavoce del comitato organizzatore dei Giochi - e se qualcuno la porta e la sventola va contro le regole. A partire dalle cheerleaders. Non possiamo però vietare ai tifosi nordcoreani, o a quelli di qualsiasi altra nazione, di avere con sé i vessilli del proprio paese".

Presidente Corea del Sud: "Fiero della squadra di hockey"

"Siate fiere, l'importante è che avete lottato e che avete dato tutto quello che potevate". E' quanto il presidente della Corea del Sud, Moon Jae-in, ha detto alle giocatrici di hockey della squadra delle Coree unite dopo la sconfitta 8-0 con la Svizzera all'esordio del torneo dei Giochi Olimpici di Pyeongchang. A riferirlo in conferenza stampa è stato il portavoce del Cio, Mark Adams: "Il presidente è sceso negli spogliatoi, è stato un momento forte per i Giochi. Così come è stato importante che per tutta la partita il presidente Moon e i vertici della delegazione nordcoreana (composta da Kim Yo-jong, giovane sorella del leader del Nord e dall'anziano Kim Young-nam) abbiano parlato. Questo è un esempio dello spirito olimpico".

I più letti