Olimpiadi invernali Corea 2018, i risultati del 17 febbraio: Ledecka centra l'impresa

Olimpiadi
GettyImages-919189680

Ester Ledecka, specialista dello snowboard, beffa le favorite in superG. Stati Uniti travolti dai russi nell'hockey, Bjorgen nella storia nel fondo femminile. Doppiette di Giappone e Svizzera rispettivamente nel pattinaggio artistico e nel freestyle. Tutti gli aggiornamenti LIVE su Sky Sport 24, ogni giorno, dalle 8

FOTO: LEDECKA SORPRESA D'ORO - IL RITRATTO

LA CRONACA DELLA 16^ GIORNATA DI GARE

COSI' GLI ITALIANI IL 17 FEBBRAIO

TUTTI I RISULTATI - IL MEDAGLIERE

Ore 15.00 Hockey, Russia-Usa 4-0

Pesante sconfitta della Nazionale russa, trascinata da migliaia di fans in delirio: Stati Uniti liquidati 4-0 nell'ultima partita del girone di qualificazione.

Ore 14.30, skeleton: dominio britannico

Due atlete inglesi sul podio: sul gradino più alto va Lizzy Yarnold, terza la connazionale Laura Deas. Si piazza tra loro la tedesca Jacqueline Loelling.

Ore 13.30, short track: oro a Girard

Oro nei 1000 metri per il canadese Girard davanti allo statunitense Krueger e al coreano Seo. Yuri Confortola è giunto terzo nella finale B (1:27.712), terminando la gara all'8° posto nella classifica generale.

Ore 13.20, short track: Fontana crolla in finale

Niente bis per Arianna Fontana, dopo l'oro nei 500 metri: nei 1500 femminili vince la coreana Choi in 2'24"948, dietro di lei la cinese Li (2'25"703) e la canadese Boutin (2'25"834). L'azzurra, in difficoltà negli ultimi due giri, non va oltre la settima posizione: "Le gambe non ne avevano più, alla fine ho fatto da spettatrice". Valcepina penalizzata nella finale B (chiusa al secondo posto) per il contatto con la giapponese Kikuschi.

Ore 12.50, biathlon: Vittozzi e Wierer giù dal podio

Ancora niente medaglie per il biathlon femminile azzurro a yeongchang. Nella 12,5 chilometri Mass start Lisa Vittozzi ha chiuso al quarto posto (due errori al poligono) e Dorothea Wierer al sesto (un errore al poligono). Oro alla slovacca Anastasiya Kuzmina, argento alla bielorussa Darya Domracheva, bronzo alla norvegese Tiril Eckhoff.

Ore 12.28, short track: Fontana in finale

L'azzurra chiude la sua semifinale nei 1500 metri alle spalle dell'olandese ter Mors e davanti alla Schulting.

Ore 12.17, short track femminile: Valcepina si ferma in semi

La coreana Kim si impone nella sua semifinale davanti alla canadese Boutin e alla cinese Han. Martina Valcepina, quarta, sarà in finale B. Finale A per le prime tre. Squalificata la St Gelais, già scivolata nel corso della gara.

Ore 12.10, short track maschile: Confortola in semi

Yuri Confortola si qualifica per la semifinale nei 1000 metri come secondo nella propria batteria.

Ore 11.40, fondo femminile: Bjorgen nella storia

Settimo oro olimpico per Marit Bjorgen, 'leggenda' dello sci di fondo mondiale. All'Alpensia Cross-country sport centre la trentasettenne di Trondheim ha guidato la Norvegia al successo nella staffetta 4x5 a tecnica classica. In carriera può vantare anche quattro argenti e due bronzi olimpici oltre a 18 titoli mondiali. Argento alla Svezia e bronzo alla Russia senza bandiera. Nona l'Italia con Anna Comarella, Lucia Scardoni, Elisa Brocard e Ilaria Debertolis.

Ore 11.10, short track femminile: bene Fontana e Valcepina

Arianna Fontana vince il suo quarto di finale davanti all'olandese ter Mors e alla giapponese Kikushi. Si qualifica anche Martina Valcepina.

Ore 9.40, Ledecka incredula

"Quando ho visto il mio tempo sul tabellone ha pensato che si trattasse di un errore e che avrebbero modificato il risultato poco dopo. Quando tutti hanno iniziato a urlare ho cominciato a realizzare cosa fosse accaduto. Non pensavo di aver fatto una bella gara" - ha aggiunto Ledecka in conferenza stampa - ero convinta di aver commesso molti errori". Due volte campionessa mondiale di snowboard, ha lasciato di stucco tutti a partire da Anna Veith e Tina Weirather, oro e argento: "Erano un po' scioccate, mi hanno fissato per qualche istante ma sono ragazze molto carine e sono delle star incredibili. Sono così piccola vicino a loro, forse dopo oggi un po' meno".

Ore 9.20, Presidente Moon visita centro stampa

Il presidente della Corea del Sud, Jae-in Moon, ha fatto visita al Main Press Center di PyeongChang. Moon è passato nell'area dove lavorano i giornalisti di tutto il mondo per seguire le Olimpiadi invernali: il presidente è atteso anche a Gangneung per seguire le gare dello short track. "Grazie per aver tolto tempo alle vostre famiglie - il saluto del presidente - per essere qui a seguire queste Olimpiadi di grande successo".

Ore 8.45, curling maschile: Italia ko

Terza sconfitta per il quartetto del curling formato da Daniele Ferrazza, Simone Gonin, Amos Mosaner, Andrea Pilzer e Joel Retornaz nella quinta partita del round robin: vince il Giappone 6-5 (2-0, 0-1, 0-2, 2-0, 0-0, 0-1, 0-1, 1-0), decisivo il decimo end.

Le gare della notte

SuperG senza gloria per le azzurre dello sci, con vittoria a sorpresa della ceca Ester Ledecka. L'oro finisce al collo della 22enne di Praga che tra qualche giorno è attesa dalla sua vera gara: ma nello snowboard. L'atleta è infatti una specialista della tavola, prestata allo sci alpino, e da iridata affronterà la prova olimpica nel gigante parallelo di snowboard. Per l'Italia in rosa la migliore è stata Johanna Schnarf, quinta. Tra le altre medaglie assegnate nella notte italiana c'è anche il pattinaggio di figura maschile, con la doppietta giapponese: oro a Yuzuru Hanyu davanti a Shoma Uno. Matteo Rizzo 21esimo. Nel freestyle donne, specialità slopestyle, la svizzera Sarah Hoefflin precede la connazionale Mathilde Gremaud.

SuperG: oro Ledecka, male l'Italia

Nessuna medaglia per l'Italia, tutte fuori dal podio nel superG: Johanna Schnarf chiude quinta. Un passo dietro di lei Federica Brignone, sesta. Ancora PIù indietro in classifica Sofia Goggia, undicesima col tempo di 1:21.65 e Nadia Fanchini, subito dietro di lei, dodicesima con 1:21.88.

La vittoria va alla sorprendente Ester Ledecka, che completa la discesa col tempo finale di 1:21.11. Beffata clamorosamente l'austriaca Anna Veith, che si è dovuta accontentare della medaglia d'argento con un solo centesimo di ritardo dall'oro. Chiude il podio Tina Weirather, del Liechtesteim, anche lei avanti grazie a un singolo centesimo rispetto a Lara Gut, quarta e senza medaglia.

Altra grande delusione del superG olimpico, gara posticipata per le forti raffiche di vento che invadevano la pista, è stata sicuramente la superstar americana Lindsey Vonn, che ha chiuso con lo stesso identico tempo di Federica Brignone di 1:21.49. 

Schnarf: "Brutto perdere per così pochi centesimi"

Al termine del superG le parole di Johanna Schnarf, quinta a soli 5 centesimi dal podio: “Difficile trovare le parole, ho dato tutto, cercando di sciare sciolta. Ho azzeccato il tracciato, mi sono sentita a mio agio e sono contenta di come ho sciato, purtroppo è andata in questo modo. Devo accettare il responso del campo. Fa male rimanere fuori dalle medaglie per così pochi centesimi”.

Brignone: "Mi sono divertita, nessun rammarico"

È finita invece sesta Federica Brignone, distante 22 centesimi dalla connazionale Schnarf: “Sono contenta e senza alcun rammarico per la mia gara, penso di avere sciato come dovevo. Mi sono messa in gioco, qualcuna è andata più forte di me. Ledecka è sicuramente una campionessa ma poteva vincere solamente su una pista come questa. Non ho alcun rammarico perché non mi sono bloccata come nel gigante. In realtà se devo essere sincera ieri sera ero un pochino tesa, oggi invece mi sono presentata al cancelletto ed ero tranquillissima, mi sono comunque divertita”.

Goggia: "Non bisognava fare errori"

Undicesimo posto per Sofia Goggia: "Alle Olimpiadi contano solo le medaglie. Sono partita veramente tranquilla e serena, ce l’ho messa veramente tutta. Ho sbagliato davvero tanto, è un grosso dispiacere. E’ un peccato perché stavo sciando bene, ma questa era una gara dove non bisognava fare errori. Non è un errore in superG che può demoralizzarmi sapendo quello che ho davanti. Lo prometto, nella prossima gara farò di tutto per essere la miglior Sofia ed essere perfetta".

Fanchini: "Grande delusione"

Grande delusione anche per Nadia Fanchini, ultima tra le italiane e dodicesima in gara: "Mi sentivo bene in allenamento, la pista era bellissima e la neve facile, infatti ci sono quindici atlete in 1'. Ho dato il massimo come tutte noi, penso di avere sciato abbastanza bene, ho perduto velocità nel tratto finale. La Ledecka è un talento, altrimenti non avrebbe ottenuto questo risultato, era libera da ogni pressione al contrario di Goggia e Vonn che avevano la pressione del risultato. Mi sento molto delusa, come tutte le mie compagne, ma bisogna archiviare e avere la forza di andare avanti".

Pattinaggio artistico, doppietta Giappone

Chiude al 21° posto Matteo Rizzo nell'individuale maschile. Podio quasi completamente nipponico con Yuzuru Hanyu (già campione olimpico e del mondo in carica) a confermare l'oro anche in Corea, col punteggio finale di 317.85. Alle sue spalle il connazionale Shoma Uno, che ha chiuso secondo con 306.90 davanti allo spagnolo Javier Fernandez, bronzo con 305.24.

Freestyle, Svizzera: oro e argento

E dopo la doppietta giapponese nel pattinaggio artistico è arrivata anche quella della Svizzera femminile nel Freestyle. Primo posto e medaglia d’oro nello Slopestyle per Sarah Hoefflin (91.20 il suo miglior punteggio), dunque seconda e argento la connazionale Mathlinde Gremaud (88.00). Terzo gradino del podio per la Gran Bretagna con Isabel Atkin (84.60).

Hockey, avanti la Russia

La Russia raggiunge il Canada nelle semifinali del torneo femminile di hockey, battuta la Svizzera 6-2 nei quarti di finale. Decisivo per le russe il terzo periodo chiuso sul 3-0, dopo l’1-0 del primo e il 2-2 nel secondo. Bene anche la Repubblica Ceca nel gruppo A maschile, che ha battuto agli shoutout il Canada dopo il 2-2 dei tre tempi e lo 0-0 nei supplementari. 

Curling femminile, Svezia ancora prima

Prosegue il Curling femminile, nella notte vittoria a confermare il primo posto per la Svezia (4 vittorie su 4 per loro) sulla Svizzera, sconfitta 8 a 7. Segue subito dopo la Gran Bretagna (3 vittorie e una sconfitta), che ha battuto 7-6 la Danimarca. Successi poi anche per Cina e Stati Uniti, rispettivamente contro Giappone e Russia.

Di seguito gare e risultati del Day-10 olimpico

OLIMPIADI: SCELTI PER TE