Olimpiadi invernali, nuovo caso di doping: positivo un giocatore di hockey sloveno

Olimpiadi

Ziga Jeglic non ha contestato la violazione del regolamento antidoping ed è stato sospeso subito dalle Olimpiadi: lascerà il villaggio entro 24 ore

LA SEDICESIMA GIORNATA DI GARE

TUTTI I RISULTATI - IL MEDAGLIERE

DOPING NEL CURLING: E' IL MARITO DELLA BRYZGALOVA

C'è un nuovo caso di doping alle Olimpiadi invernali di PyeongChang. Si tratta del giocatore di hockey della nazionale slovena, Ziga Jeglic, che è stato trovato positivo a un controllo. Jeglic, 29 anni di Kranj, che milita nella Kontinentale Hockey League russa tra le fila del Torpedo Nizhny Novgorod, è stato trovato positivo al fenoterolo. L'atleta non ha chiesto la controanalisi e lascerà entro le prossime 24 ore il villaggio olimpico di Gangneung, ammettendo di aver preso il Berodual, farmaco che gli è stato prescritto dal medico lo scorso anno in Slovacchia dopo aver avuto complicanze respiratorie. "Ho preso questa medicina per curare l'asma e sfortunatamente ho dimenticato di segnalarlo come eccezione terapeutica. A causa della mia negligenza, mi scuso con tutti e fino a quando tutte le procedure antidoping non saranno completate, non farò ulteriori dichiarazioni". Il Tribunale Arbitrale dello Sport, che ha già sospeso l'atleta, si sta occupando della vicenda.

I più letti