Olimpiadi, Malagò presidente se vincerà Milano-Cortina. Tomba testimonial

Olimpiadi

Il numero uno del Coni sarà il capo del Comitato organizzatore, se Milano-Cortina si aggiudicheranno, il prossimo 24 giugno, le olimpiadi invernali del 2026. Malagò: “Tra i testimonial ci saranno Arianna Fontana, Sofia Goggia, Michela Moioli e anche Alberto Tomba”

GIOCHI 2026, MALAGO’: “SENTO GRANDE RESPONSABILITA’”

DA SAN SIRO ALL’ARENA DI VERONA: TUTTI I LUOGHI DELLE OLIMPIADI 2026

"Qualora vincessimo le Olimpiadi, ci sarà un presidente del Comitato organizzatore che sarà espressione del Coni, e Giorgetti ha detto che sarò io. L'amministratore delegato sarà invece un manager con skills internazionali concordate con gli Enti locali". Lo ha rivelato il presidente del Coni, Giovanni Malagò, al termine della call di oggi con le federazioni invernali collegate da Brisbane per la candidatura di Milano-Cortina ai Giochi olimpici invernali del 2026.

"Sul veicolo giuridico del Comitato organizzatore se ne occupa Giorgetti - ha specificato Malagò - ora l'ipotesi più probabile è che sia una Spa con forma pubblica ma con snellezza operativa". "Oggettivamente c'è anche una dinamica di logica, il Cio vuole un interlocutore del mondo dello sport, forse sono l'ultimo a doverlo dire ma sarebbe profondamente controproducente per la candidatura fare altri discorsi. Diversamente per il manager, e ci dovranno essere responsabili interlocutori degli enti locali".

Tomba testimonial e inno Mogol-Morricone

Il 24 giugno a Losanna, quando il Cio deciderà la candidatura vincitrice dei Giochi invernali del 2026, a sostenere Milano-Cortina "ci saranno diversi atleti e soprattutto diverse atlete di discipline invernali olimpiche e paralimpiche. Tra queste sono confermate Arianna Fontana, così come Sofia Goggia e Michela Moioli. Tra gli uomini, ci sarà un testimonial assoluto come Alberto Tomba". Lo ha rivelato il presidente del Coni che ha anche annunciato che "sarà realizzato un inno con parole di Mogol e musiche di Ennio Morricone da inserire nel contesto dei due filmati di presentazione della candidatura. Di questo se ne occuperà un gigante della materia come Marco Balich".

Giorgetti: “Nostro punto di forza è consenso popolare”

"Grande unità di intenti, lo slogan della candidatura è sognare tutti insieme. La presentazione è stata talmente curata e buona che lascia senza parole, ma c'è l'ultimo miglio da fare e bisogna restare concentrati". Sono le parole del sottosegretario con delega allo Sport, Giancarlo Giorgetti, al termine della call di oggi al Coni. "Punto di forza è il sostegno popolare -ha ribadito Giorgetti- per la prima volta tutti i sondaggi dicono 80-85% di consenso dei cittadini e questo è il dato che più ha impressionato il Cio".

I più letti