Olimpiadi, spada a squadre maschile ko. Fichera: "Non tolleriamo più attacchi"

TOKYO 2020

Delusione per gli azzurri, che sono stati eliminati dalla Russia al primo incontro della prova a squadre, valido per i quarti di finale. Marco Fichera, Andrea Santarelli e Enrico Garrozzo ko 45-34. Fichera: "Oggi perdenti ma non tolleriamo più attacchi"

TOKYO LIVE: TUTTE LE NOTIZIE DI GIORNATA

È delusione per la scherma a Tokyo. Gli azzurri della spada maschile (a Rio 2016 medaglia d'argento) sono stati eliminati dalla Russia al primo incontro, valido per i quarti di finale, della prova a squadre. L'Italia - con in pedana Marco Fichera, Andrea Santarelli e Enrico Garrozzo - ha perso con i russi per 45-34. Una sfida rimasta sul filo dell'equilibrio almeno fino al settimo assalto, quando il punteggio recitava 27-25 per i nostri avversari, che nell'ottavo e nono parziale hanno invece allungato in maniera definitiva grazie ai parziali di 7-4 nella sfida Sukhov-Garozzo e il nettissimo 11-5 rifilato da Bida a Fichera, che ha sancito il +11 finale a vantaggio dei russi. 

Fichera: "Oggi perdenti ma non tolleriamo più attacchi"

"Oggi possiamo solo leccarci le ferite, prenderci le critiche e andare avanti. Ma chiedo a tutti di non mettere in discussione quello che questi quattro atleti hanno messo in cinque anni di attività". Così lo schermidore azzurro Marco Fichera, a nome di tutta la squadra di spada maschile, dopo l'eliminazione ai quarti di finale del torneo olimpico di Tokyo 2020 avvenuta oggi. "Il risultato è deludente - riporta l'Ansa - le critiche ci stanno e noi le accettiamo, ma non accettiamo più, neanche da perdenti oggi, le critiche che leggiamo e abbiamo letto in questi giorni sul nostro professionismo. Questo non lo tolleriamo più".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche