Nuova Zelanda, Isola Nord vs Isola Sud: ritrovato il trofeo scomparso nel 1932

Rugby
Francesco Pierantozzi

Francesco Pierantozzi

Un assistente magazziniere dell'Eden Park, tempio del rugby neozelandese, ha recuperato dopo 88 anni il trofeo assegnato fino al 1932 (anno della scomparsa) alla squadra vincitrice della sfida tra l'Isola Nord e l'Isola Sud. In attesa di capire se e dove si giocherà il match tra le due squadre rivali del Paese, scopriamo la storia della coppa scomparsa e oggi ritrovata

Ci vorrà ancora un giorno per capire se la tanto attesa partita tra Isola del Nord e Isola del Sud della Nuova Zelanda, già rinviata di una settimana al 5 settembre, si giocherà e in quale città, Auckland, come previsto, o Wellington, come appare probabile, a causa delle restrizioni imposte dopo il ritorno dei casi di covid-19 nel paese. Un match tra probabili e possibili All Blacks, di altissimo livello e dalla lunghissima storia, quasi 120 anni. Ci sono invece voluti 88 anni per ritrovare il trofeo assegnato dopo il 1925 alla squadra vincente tra le due isole. Un assistente magazziniere dell’Eden Park, lo stadio di Auckland, il tempio del rugby, non solo neozelandese, lo ha infatti scovato in una stanza dimenticata, tra tante memorabilia ammassate un po' a caso, sotto il North Stand, in sostanza la tribuna Nord.

Era scomparsa nel 1932

leggi anche

Nord contro Sud Nuova Zelanda: ma dove si gioca?

Dal 1932 si erano perse le tracce della coppa, secondo qualcuno finita nella cantina o nel solaio di un capitano del Sud o del Nord o, peggio ancora, secondo altri, addirittura fusa in tempo di guerra, essendo d’argento. Una coppa portata in Nuova Zelanda dagli "Invincibles", i favolosi All Blacks che, tra il settembre del 1924 e il febbraio del 1925, si sono guadagnati il soprannome grazie a un tour fatto di sole vittorie, 32 in 32 partite, giocate in Irlanda, Inghilterra, Galles e Francia. La squadra di George Nepia, il più famoso giocatore maori, ed uno dei più conosciuti in assoluto ancora oggi. L’estremo maori, in campo tra l’altro in tutte le 32 partite e tutti i suoi compagni erano stati premiati, con grande orgoglio, dai neozelandesi espatriati, gli emigrati in Europa, che, in 400, avevano messo mano al portafoglio per comprare prima e donare poi la coppa agli All Blacks. Arrivata in Nuova Zelanda era stata destinata a chi, come detto,  fra i rugbisti del Nord o del Sud l’avesse conquistata nella sfida all’epoca con cadenza sostanzialmente annuale. Ci sono cinque “placche” sulla base del trofeo per cinque sfide, manca proprio quella del 1932, anno in cui è stata sicuramente assegnata ma non…restituita. Adesso più che cercare chi l’abbia persa, nel senso stretto del termine, ossia smarrita, il colpevole, difficilmente in vita, bisognerà sperare di vederla consegnata a un vincitore, sul campo. La coppa c’è, la partita tra isola del Nord e isola del Sud, non ancora, ci sarà, forse...

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche