Rugby, 6 nazioni femminile 2022: Italia Inghilterra, le convocate

Rugby

Andrea Gardina

Si gioca domenica alle 16 a Parma la prima sfida casalinga dell’Italia nel torneo contro le campionesse in carica e numero 1 al mondo. Un match proibitivo dove bisognerà soprattutto cercare di limitare i danni. Nella lista la novità Francesca Barro, esordiente, e il ritorno di Giada Franco

Sono 24 le atlete convocate dal tecnico Andrea Di Giandomenico per l’Italia femminile in vista della seconda giornata del torneo Sei Nazioni, che le Azzurre affronteranno domenica in casa allo stadio Sergio Lanfranchi di Parma, già teatro della qualificazione alla prossima Coppa del mondo nel torneo dello scorso settembre. Avversario di turno sarà l’ostica formazione dell’Inghilterra, vincitrice al primo turno contro la Scozia, ma soprattutto attualmente prima forza del ranking mondiale, vice campione del mondo nel 2017 in Irlanda dietro la Nuova Zelanda, imbattuta dal 2018 nel torneo vinto nelle ultime tre edizioni. Le squadra si sono affrontate anche lo scorso anno a Padova con vittoria ospite 3-67 il 10 aprile. L’Italia è già rientrata a Parma dopo la sconfitta al primo turno per 39-6 contro la Francia allo Stade des Alpes di Grenoble e Di Giandomenico ha annunciato la lista delle convocate per la preparazione.

Due cambi, rientra Giada Franco

vedi anche

Rugby, Sei Nazioni femminile 2022, storia e numeri

Le due variazioni riguardano l’ingresso nel gruppo di Francesca Barro, pilone e tallonatore del Valsugana, esordiente in nazionale, classe ’99 ed ex Red Panthers a Treviso, città nella quale è nata. E il più significativo ritorno di Giada Franco, terza linea di origini campane che indossa la maglia del Colorno, in provincia di Parma dove allena anche una delle formazioni giovanili delle Furie Rosse, dopo una buona esperienza proprio in Inghilterra con la squadra Ladies delle Harlequins, esplosa in particolare nella migliore annata azzurra del 2019. La nazionale numero 187 ha esordito a Dublino nella sconfitta 21-8 contro l’Irlanda l’11 febbraio 2018, mettendo poi assieme un totale di 21 caps e 5 mete marcate. Doppio traguardo importante potenzialmente in arrivo, invece, per il centro del Valsugana Michela Sillari, anche lei ex Colorno e Harlequins, quando ancora la squadra era denominata Aylesford Bulls con tanto di vittoria del campionato oltre Manica. In caso di ingresso in campo taglierà il traguardo dei 65 caps e in caso di punti marcati – suoi i due piazzati e 6 punti complessivi nella sconfitta contro la Francia di ieri – supererà quota 200 punti con la maglia azzurra, essendo ora ferma a 199.

Le Azzurre in raduno

Questa la lista delle 24 atlete convocate: Sara Barattin (Villorba Rugby, 102 caps), Melissa Bettoni (Stade Rennais, 65), Francesca Barro (Valsugana Rugby Padova, esordiente), Alyssa D’Incà (Villorba Rugby, 5), Giordana Duca (Valsugana Rugby Padova, 25), Valeria Fedrighi (Stade Toulousain, 25), Giada Franco (Rugby Colorno, 21), Manuela Furlan (Villorba Rugby, 82), Lucia Gai (Valsugana Rugby Padova, 77), Elisa Giordano (Valsugana Rugby Padova, 50), Isabella Locatelli (Rugby Colorno, 29), Veronica Madia (Rugby Colorno, 26), Maria Magatti (Cus Milano Rugby, 39), Gaia Maris (Valsugana Rugby Padova, 7), Aura Muzzo (Villorba Rugby, 21), Vittoria Ostuni Minuzzi (Valsugana Rugby Padova, 10), Beatrice Rigoni (Valsugana Rugby Padova, 50), Francesca Sberna (Rugby Calvisano, 7), Sara Seye (Rugby Calvisano, 3), Michela Sillari (Valsugana Rugby Padova, 64), Emanuela Stecca (Villorba Rugby, 1), Sofia Stefan (Valsugana Rugby Padova, 63), Sara Tounesi (ASM Romagnat, 19), Vittoria Vecchini (Valsugana Rugby Padova, 4). Dopo la sfida contro l’Inghilterra, prima dell’unica settimana di sosta pasquale, l’Italia tornerà nuovamente in campo di domenica e ancora in trasferta, al Musgrave Park di Cork contro l’Irlanda.