NFL, Tom Brady lascia i New England Patriots: andrà ai Tampa Bay Buccaneers

Sport USA
Twitter NFL

Nel giorno in cui il quarterback ha annunciato sui suoi canali social l'addio ai New England Patriots dopo tanti anni, arriva anche la notizia della sua prossima avventura: andrà in Florida e firmerà un contratto da 30 milioni di dollari a stagione

TOM BRADY A TAMPA BAY: MANCA SOLO L'UFFICIALITA'

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

La notizia è trapelata attorno alla mezzanotte sulla stampa americana. Nel giorno dell’ufficialità del suo addio ai New England Patriots di cui è stato guida e bandiera per venti anni, Tom Brady ha raggiunto un accordo di massima con i Tampa Bay Buccaneers da 30 milioni di dollari a stagione. Il Super Bowl del prossimo anno si giocherà proprio a Tampa, e nessuna squadra è riuscita a giocare un Super Bowl in casa: un tabù che Brady proverà a sfatare. La franchigia della Florida non riesce a raggiungere i playoff da tredici anni. Dalla vittoria del Super Bowl nel 2002 infatti Tampa ha raggiunto la post season solo in due occasioni. 

La lettera d'addio ai Patriots

Qualche ora prima era arrivato l'annuncio del suo addio alla franchigia che lo ha visto diventare leggenda: "Voglio ringraziare tutti gli incredibili tifosi dei Patriots" ha scritto. "Il Massachusetts è stata la mia casa per vent’anni. Sono stati davvero i due decenni più felici che potessi immaginare per la mia vita e non provo nient’altro che affetto e gratitudine per il tempo che ho passato con New England. Il sostegno che ho ricevuto è stato soverchiante — sarebbe bello che ogni giocatore potesse provarlo. I miei figli sono nati e cresciuti qui, e voi tutti avete sempre accolto questo ragazzo della California come uno di voi. Amo la vostra dedizione e lealtà nei confronti delle squadre che tifate, e vincere per la nostra città ha voluto dire più di quanto potessi immaginare. Non posso ringraziarvi abbastanza per il vostro supporto alla nostra squadra. Dai training camp pieni di tifosi agli stadi sempre tutti esauriti e soprattutto le parate delle nostre vittorie: sono stato fortunato a condividere tutto questo con voi. Ho cercato di rappresentarci sempre nella maniera più giusta e onorevole, e ho combattuto duramente con i miei compagni per arrivare alla vittoria e al trionfo anche nelle situazioni più complicate. Voi avete aperto a me il vostro cuore, e io ho fatto lo stesso con voi. La Pats Nation sarà sempre parte di me". La chiusura non dirime subito che ne sarà del suo prossimo futuro: "Non so cosa mi riserverà il mio futuro nel football, ma è arrivato il momento di aprire una nuova fase della mia vita e della mia carriera. Voglio ringraziarvi dal profondo del mio cuore: amerò per sempre voi e quello che abbiamo condiviso — una vita piena di grandi ricordi”.

Il messaggio ai Patriots: "Mi avete reso l’uomo che sono oggi"

Brady ha poi aggiunto su Instagram un messaggio dedicato solamente ai suoi Patriots: "A tutti i miei compagni di squadra, allenatori, dirigenti e membri dello staff, a Coach Belichick, RKK [Robert Kenneth Kraft, proprietario della squadra, ndr] e la famiglia Kraft all’intera organizzazione: voglio ringraziarvi per gli ultimi 20 anni della mia vita e per l’impegno quotidiano per cercare la vittoria e per creare una cultura vincente basata su grandi valori. Sono grato per tutto quello che mi avete insegnato — ho imparato da tutti. Mi avete permesso di massimizzare il mio potenziale ed è tutto quello che un giocatore possa sperare di ricevere. Tutto quello che abbiamo raggiunto insieme mi dà grande gioia e le lezioni che ho imparato rimarranno per sempre con me. Non potrei essere l’uomo che sono oggi senza i rapporti che tutti voi mi avete permesso di costruire. Ho tratto grande beneficio da tutto quello che mi avete dato. Ho apprezzato ogni opportunità che mi è stata data di far parte della squadra e vi voglio bene per questo. La nostra squadra ha fissato uno standard altissimo nello sport professionistico e so che continuerà a fare lo stesso anche in futuro".

I messaggi del proprietario Kraft e di coach Belichick

I Patriots hanno commentato la decisione di Brady con un comunicato sul proprio sito affidando la parola agli altri due pilastri dei successi degli ultimi 20 anni, il proprietario Robert Kraft e l’allenatore Bill Belichick. “Come posso riassumere la profondità della mia gratitudine a Tom Brady per quello che ci ha dato negli ultimi 20 anni, o la tristezza sapendo che è finita? Voglio bene a Tom come a un figlio e lo farò per sempre. Ha dato così tanta felicità a me e a tutti i nostri tifosi. Speravo che questo giorno non arrivasse mai, ma piuttosto che Tom finisse la sua straordinaria carriera con la maglia dei Patriots dopo un’altra vittoria al Super Bowl. Sfortunatamente le due parti non sono riuscite a raggiungere un accordo per fare in modo che quel sogno diventasse realtà. Sebbene oggi ci sia tristezza, il sentimento più grande è quella dell’apprezzamento per i suoi innumerevoli contributi alla nostra squadra e alla nostra comunità”. “Quando Tom è arrivato in New England come una scelta al sesto giro senza grandi aspettative, nessuno avrebbe potuto immaginarsi che favola sarebbe stata scritta, quali record avrebbe battuto o la gioia che ha dato a un’intera regione" ha continuato Kraft. "Lascia 20 anni dopo come il più vincente quarterback nella storia della NFL con sei Super Bowl, nove titoli della AFC e 17 titoli di division. È stato un compagno e un leader esemplare. Semplicemente, non ci sarà mai più un altro Tom Brady. Ora aspetto con ansia il giorno in cui potremo riportarlo a casa per celebrare la sua carriera ai Patriots, i suoi infiniti traguardi e la sua eredità come il più grande di sempre. Gli voglio molto bene”.

 

“Tom non è stato semplicemente un giocatore che abbiamo inserito nel nostro programma: è stato uno dei suoi creatori principali” ha scritto invece coach Belichick. “Tom viveva e portava avanti la nostra cultura. Giorno dopo giorno, fissava lo standard per tutti e alzava l’asticella. Ha vinto titoli in tre dei suoi primi quattro anni in campo e in tre delle sue ultime sei stagioni con noi, giocandosela per il trofeo quasi in tutte le stagioni nel mezzo. Questo è un testamento alla sua continuità e quello che lo separa da tutti gli altri. Lui non si limitava a performare. Non si limitava a vincere. Lui vinceva titoli su titoli su titoli”. “Tom e io avremo per sempre un grande rapporto di amore, ammirazione, rispetto e apprezzamento. Il successo di Tom come giocatore e il suo carattere come persona sono eccezionali. Nulla della conclusione della carriera coi Patriots potrà mai cambiare quanto sia stata incredibilmente spettacolare. Con la sua incessante competitività e longevità, si è meritato l’adorazione di tutti e verrà celebrato per sempre. È stato un privilegio allenare Tom Brady per 20 anni. Gli esempi della sua grandezza sono illimitati, andando indietro prima ancora che venisse scelto al Draft. Abbiamo visto come si preparava quando non giocava nemmeno, come ha performato quando ha avuto la sua opportunità, quello che ha fatto per migliorare costantemente, la sua leadership, la sua mentalità, il suo esempio e ovviamente il tipo di persona che è. Sono estremamente grato per quello che ha fatto per la nostra squadra e per me. A volte nella vita deve passare del temp prima di apprezzare davvero qualcosa o qualcuno, ma non è il caso di Tom. È una persona speciale e il miglior quarterback di tutti i tempi”.

SPORT USA: SCELTI PER TE