US Open: Flavia Pennetta, due anni fa il trionfo a New York

Tennis
Flavia Pennetta è stata la seconda italiana a vincere uno Slam (Getty)
pennetta_getty

12 settembre 2015: Flavia conquista Flushing Meadows e annuncia a sorpresa il ritiro dal tennis ad appena 33 anni al termine della finale vinta con l'amica Roberta Vinci. Una giornata indimenticabile per la regina di New York

“Prima di iniziare questo torneo un mese fa, ho preso una decisione molto importante nella via vita. Questo è il modo in cui voglio dire addio al tennis. Sono davvero felice. Questo è stato il mio ultimo match agli US Open e non riuscivo a pensare ad un modo migliore per finire”. Potevano essere parole pronunciate in un'anonima conferenza stampa o in una delle tante interviste ai media. Flavia Pennetta invece scelse di fare questo discorso davanti ai 23mila dell’Arthur Ashe Stadium di New York, subito dopo aver battuto in una finale tutta azzurra Roberta Vinci e aver conquistato gli US Open, primo Slam di una carriera che toccò il culmine proprio in quel caldo pomeriggio newyorkese, il 12 settembre 2015. Il trionfo, la coppa, il derby con l’amica fraterna e conterranea (una di Brindisi, l’altra di Taranto, nate a 65 km di distanza), i sorrisi strappati ai Vip in tribuna come Michael Douglas, Catherine Zeta-Jones, Robert Redford e Dwyane Wade, i tweet di complimenti di Serena Williams, Renzi, Federica Pellegrini e Billie Jean King. Un sogno durato due settimane, in cui Flavia ha giocato probabilmente il miglior tennis di tutta la sua carriera, eliminando giocatrici del calibro di Samantha Stosur agli ottavi, Petra Kvitova ai quarti e Simona Halep in semifinale, prima del 7-6, 6-2 rifilato alla sorella Vinci, compagna di quattro trionfi e mille battaglie in Fed Cup.  

"Tranquilli, finisco la stagione..."

Flavia è diventata la seconda italiana a conquistare un torneo dello Slam dopo Francesca Schiavone, che vinse Parigi nel 2010 e la terza più anziana dell'Era Open a conquistare un Major a 33 anni e 201 giorni: meglio di lei solo Serena Williams e Martina Navratilova, due delle più grandi di sempre. Il trionfo a New York è stato il coronamento di una carriera che l’aveva vista vincere 11 tornei (il primo in Polonia nel 2004), quattro Fed Cup (2006, 2009, 2010 e 2013), con 582 successi in carriera (il 61% dei match disputati) e la sesta posizione del ranking come miglior risultato (28 settembre 2015). Quel giorno, a New York, Flavia conquistò le prime pagine dei quotidiani di tutto il mondo, grazie anche alla spontaneità con cui annunciò il ritiro dal tennis: “Tranquilli, finisco la stagione…”, disse poi in conferenza stampa con tutta la naturalezza del mondo a che le chiedeva conto dei tornei di fine anno. 

La nuova vita di Flavia

Due anni dopo, Flavia è uno dei talent più apprezzati di Sky, per cui commenta e parla di tennis. Flavia è mamma del bellissimo Federico, nato lo scorso maggio dall’unione con Fabio Fognini, sposato nel giugno 2016 a Ostuni. Del talentuoso bad-boy del tennis italiano, Pennetta è consigliera, amica, compagna di vita. “Non ho lasciato il tennis per Fabio, ma solo per me stessa”, disse subito dopo aver appeso la racchetta al chiodo, respingendo ogni tentazione di tornare in campo, specialmente in vista dei Giochi olimpici di Rio. Sono pochi i campioni che si sono permessi un addio da vincente: Flavia può ripensare a quel 12 settembre 2015 e sorridere. Il suo Grande Slam lo ha già vinto, sul campo come nella vita. 

3 mesi di te amore nostro❤️ !! @fabiofogna #piccolofogna #piccoloprincipe #family #amorepuro

Une publication partagée par Flavia Pennetta (@flaviapennetta82) le

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche