Internazionali tennis Roma 2018, Rafa Nadal: "Ecco i tre segreti per diventare un campione"

Tennis

Il maiorchino vuole risollevarsi dalla sconfitta di Madrid cercando l'ottavo titolo al Foro Italico. Servirà il miglior Rafa per ripartire dopo la delusione in Spagna. In un'intervista molto speciale, Nadal rivela quali sono i suoi tre segreti per diventare un campione vincente nel tennis

FOGNINI-NADAL E I QUARTI LIVE

ROMA, TABELLONE E RISULTATI

Lo scettro di numero uno al mondo ceduto a Federer dopo Madrid ha indispettito non poco Nadal. Fortuna per Rafa, adesso arriva Roma per rifarsi immediatamente. Sette vittorie agli Internazionali d’Italia, una storia che può ripetersi e la possibilità di scalzare di nuovo il rivale storico dalla cima del ranking. “Io gioco per vincere, ogni torneo è importante per me”, afferma Rafa, che ha nel dna l’essenza del campione. Un’essenza affinata nel corso degli anni (tanti anni) attraverso tre caratteristiche fondamentali. Come si fa a diventare un campione? Ecco i tre segreti di Rafa per raggiungere la vetta del tennis mondiale.

1) Il divertimento

"La cosa più importante è il divertimento, quando vai a giocare a tennis è importante che sia un momento piacevole, altrimenti è meglio non giocare". Parola di Rafa Nadal. L’aspetto ludico è alla base dello sport. Quello che spinge un bambino verso un campo (che sia un campo da tennis, calcio, basket, oppure una piscina) è prima di tutto la voglia di divertirsi e stare insieme. Condividere un’esperienza di gioco. Forse il proverbio "l'importante non è vincere, ma partecipare" è valido soprattutto per i bambini, quando giocare è un’attrazione troppo forte per pensare al peso della vittoria o della sconfitta. Restare bambini, conservare il ruolo centrale del divertimento, è fondamentale nella carriera sportiva di Nadal.

2) L'attenzione

I campioni vedono le cose da un punto di vista differente. Per questo il secondo segreto di Nadal per diventare un campione può sembrare strano, o quantomeno insolito. "Un altro aspetto importante è la focalizzazione della palla. Avere sempre ben in vista la palla, è una cosa a cui normalmente la gente non pensa, ma che io ritengo molto importante", spiega lo spagnolo. Mantenere l’attenzione alta può cambiare il corso di una partita. Soprattutto quando giochi una finale, quando sfidi leggende come Roger Federer, quando giochi su campi da sogno circondato da tantissimi spettatori. Un campione vero non si distrae. Resta concentrato sul centro di gravità di un tennista: la palla.

3) Le motivazioni

Nadal ci ha regalato il dualismo più bello degli ultimi 15 anni. Rafa Nadal contro Roger Federer. Ma cosa permette a due campioni così di mantenere alti livelli per tutto questo tempo? Nadal risponde così: "Andare in campo con le giuste motivazioni è fondamentale. Giocare con la giusta attitudine, con l’obiettivo di provare sempre a migliorare un aspetto del proprio gioco". Ecco il terzo segreto di Nadal: la motivazione. Passo dopo passo, si aggiunge un tassello dopo ogni partita. Si aggiunge un mattoncino dopo ogni vittoria e, soprattutto, dopo ogni sconfitta. Trovare le giuste motivazioni per tornare ancora una volta in campo è determinante nella vita di uno sportivo. Ogni giorno, è un giorno buono per migliorarsi e crescere, come uomo e come sportivo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche