Roland Garros 2018: Cecchinato nella leggenda, batte Djokovic e va in semifinale. Ora c'è Thiem

Tennis

Marco Cecchinato prosegue la sua favola battendo in quattro set l'ex numero 1 del mondo e campione nel 2016, Novak Djokovic: era da 40 anni che un italiano non si qualificava per la semifinale di uno Slam. Venerdì lo attende Thiem, che ha spazzato via Zverev

CECCHINATO-THIEM LIVE

TUTTI I RISULTATI DEL ROLAND GARROS

Ha fatto la storia Marco Cecchinato, in semifinale al Roland Garros. L'azzurro ha battuto nei quarti sul Suzanne-Lenglen il serbo Novak Djokovic, numero 22 della classifica mondiale e 20° favorito del seeding, vincitore qui nel 2016 e finalista nel 2015, 2014 e 2012, con i parziali di 6-3, 7-6(4), 1-6, 7-6(11) dopo una battaglia di tre ore e mezza. Dopo il primo titolo Atp conquistato a Budapest a fine aprile, il 25enne di Palermo (che entrerà tra i top 30, era numero 109 a inizio 2018, 72 alla vigilia del torneo), prosegue dunque la sua favola parigina, diventando l'ottavo italiano a centrare la semifinale di uno Slam. L'ultimo a riuscirci, esattamente 40 anni fa, fu Corrado Barazzutti, sempre al Roland Garros. Cecchinato, prima di questo Open di Francia, non aveva mai vinto una partita a livello di un Major nella sua carriera. In semifinale Ceck, dopo l’ultimo punto scioltosi in un pianto di commozione, sfiderà l’austriaco Dominic Thiem, numero 8 della classifica mondiale e settima testa di serie, mai affrontato prima.

Cecchinato: "E' un sogno, sono stato coraggioso"

"Ho giocato bene i match point, lui ha giocato meglio di me fino all'ultimo - ha spiegato a Eurosport un emozionato Cecchinato subito dopo il match -. Mi batteva forte il cuore, adesso non so nemmeno dove sono. Ho inziato il match convinto, non avevo niente da perdere. Ero molto aggressivo e ho iniziato a crederci. Sono calato solo nel terzo set, ero convinto di poter vincere anche contro Nole. Sono stato coraggioso, ho fatto tanti sacrifici e tanto lavoro per arrivare fino a qui. Adesso che ho raggiunto le semifinali qui sono stato ripagato degli sforzi fatti"

Cecchinato, il percorso vincente fino alla semifinale

Il 25enne di Palermo, numero 42 del ranking mondiale (era numero 109 a inizio 2018, 72 alla vigilia del torneo), alla seconda presenza nel tabellone principale dello Slam francese (quinta complessiva nei Major), dopo aver messo in fila il rumeno Marius Copil, numero 94 Atp (recuperando due set di svantaggio), l’argentino Marco Trungelliti, numero 190 del ranking Atp, ripescato come lucky loser a seguito del forfait di Nick Kyrgios, e lo spagnolo Pablo Carreno Busta, numero 11 del ranking mondiale e decima testa di serie, ha compiuto un’altra impresa eliminando in 4 set il belga David Goffin, numero 9 della classifica mondiale e ottavo favorito del seeding, per la terza volta negli ottavi a Parigi (ci era già riuscito nel 2012 e nel 2016, quando poi raggiunse i quarti). Ai quarti, infine, ecco l'impresa con Novak Djokovic, mai affrontato ufficialmente ma spesso compagno di allenamento a Montecarlo. Il tie-break del quarto set, vinto 13-11, resterà negli annali del tennis tra i più belli mai giocati sul Philippe-Chartrier. Entra tra i migliori 4 del Roland Garros da numero 72 del mondo: era dal 1999 che un tennista con una classifica così bassa non conquistava una semi a Parigi (Medvedev, n° 100). 

Cecchinato, 8° tennista italiano a raggiungere le semifinali del Roland Garros

Sono 8 i tennisti italiani che hanno raggiunto nella storia del Roland Garros la semifinale sulla terra rossa parigina. Ecco il dettaglio:

Uberto De Morpurgo: (1930 semifinale)
Giorgio De Stefani: (1933 semifinale)
Beppe Merlo: 3 (1955 semifinale, 1956 semifinale)
Nicola Pietrangeli: 4 (1959 vittoria, 1960 vittoria, 1961 finale, 1964 finale)
Orlando Sirola: 1 (1960 semifinale)
Adriano Panatta: 3 (1973 semifinale, 1975 semifinale, 1976 vittoria)
Corrado Barazzutti: (1978 semifinale)
Marco Cecchinato: (2018 semifinale)

Thiem batte Zverev: terza semi a Parigi

Cecchinato sfiderà ora Dominic Thiem. L’austriaco, numero 8 del ranking mondiale e settima testa di serie, non ha concesso scampo ad Alexander Zverev, numero 3 e secondo favorito del tabellone: 6-4, 6-2, 6-1 lo score, in un’ora e 50 minuti, che regala la terza semifinale consecutiva al Roland Garros per Thiem. E’ stato senza storia il quarto con protagonisti i due giocatori che hanno vinto di più nel 2018 (con questo risultato Thiem ha agganciato proprio il 21enne di Amburgo a quota 34 match vinti). Il tedesco, rimasto in campo complessivamente poco meno di 12 ore nei quattro turni precedenti (contro le 9 ore e 29 minuti del rivale), è arrivato stremato a questo primo quarto della carriera in uno Slam. Sascha, quest’anno trionfatore a Monaco di Baviera e a Madrid (terzo “1000” in carriera per lui, regolando nell’atto conclusivo proprio Thiem con un periodico 6-4) oltre che finalista al Foro Italico (stoppato da Nadal), riparte da qui, dopo essersi finalmente sbloccato nella seconda settiman di un Major. Thiem, reduce dal titolo a Lione, ha confermato di essere sul “rosso” uno dei giocatori più solidi in circolazione (non a caso è l’unico ad aver battuto Rafa Nadal sulla terra battuta nelle ultime due stagioni, a Roma nel 2017 e a Madrid quest’anno), status certificato anche dalle tre semifinali a Parigi, meglio persino del connazionale Thomas Muster. 

I risultati dei quarti di finale: 

Dominic Thiem (7) b. Alexander Zverev (2) 6-4, 6-2, 6-1

Marco Cecchinato vs Novak Djokovic (20) 6-3, 7-6(4), 1-6, 7-6(11)

I più letti