Morte Floyd, anche la tennista Naomi Osaka in marcia contro il razzismo

Tennis

La tennista giapponese, che vive negli Stati Uniti, è scesa in strada a protestare per la morte di George Floyd a Minneapolis. L'ex numero del mondo ha condiviso un breve video su Instagram dei suoi passi, in marcia per Los Angeles, e si è affidata a Twitter per un pensiero: "Solo perché non ti sta succedendo nulla, non vuol dire che non stia succedendo nulla"

FLOYD, LA DEDICA DEI GIOCATORI DELLA BUNDESLIGA

Continuano negli Stati Uniti le manifestazioni per George Floyd e alla marcia di protesta contro razzismo e violenza si unisce anche la tennista Naomi Osaka, scesa in piazza per partecipare a questa ondata di indignazione per la morte del 46enne, arrestato lunedì scorso nel centro di Minneapolis e ucciso barbaramente da un poliziotto. La ex numero 1 del Wta - attualmente la sportiva più pagata al mondo -  vive negli Usa (di madre giapponese e padre di Haiti) e ha condiviso un breve video su Instagram dei suoi passi per le strade di Los Angeles insieme a quelli degli altri manifestanti, affidandosi a Twitter per un pensiero: "Solo perché non ti sta succedendo nulla, non vuol dire che non stia succedendo nulla"

TENNIS: SCELTI PER TE